lunedì, 18 Novembre, 2019

Riccardo Nencini
Il lavoro dei socialisti in Senato

0

A poco più di un anno dall’inizio della legislatura il lavoro svolto al Senato dalla componente socialista attraverso il Senatore Riccardo Nencini, si compone di diverse e numerose iniziative che qui presentiamo nelle sue parti più rilevanti. L’attività integrale può comunque essere consultata sul sito istituzione del Senato

Senatore Riccardo Nencini Attività legislativa

DDL 483 (Istituzione dell’Assemblea redigente per la riforma della parte seconda della Costituzione)
Prevede l’istituzione di una Commissione redigente per la riforma della seconda Parte della Costituzione con tre obiettivi: 1. Spostare parzialmente con la legge costituzionale per un anno il potere di revisione della parte seconda della Costituzione ad un’Assemblea redigente di cento membri eletti contestualmente alle elezioni europee; 2. Costruire un percorso di facile comprensibilità per gli elettori; 3. Non predeterminare i contenuti e neanche del tutto la procedura che va affidata alla responsabilità degli eletti.

DDL 484 (Disciplina della rappresentanza di interessi)
Si propone di regolamentare le attività di rappresentanza di interessi condotte nei confronti dei decisori pubblici italiani con lo scopo di influenzarli, al fine di trarne un vantaggio diretto. La legge si fonda su tre pilastri: il primo è quello della trasparenza; Il secondo è quello del buon andamento delle amministrazioni; il terzo è quello della legalità.

DDL 557 (Modifiche al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, per garantire l’incolumità dei ciclisti, degli automobilisti e dei minori)
Prevede il mantenimento di una «fascia di sicurezza» che garantisca la giusta distanza tra veicoli e bicicletta durante la circolazione. Vieta l’utilizzo di smartphone, computer portatili, notebook, tablet, videogiochi e dispositivi analoghi. Infine prevede che i seggiolini per i bambini da installare in macchina siano dotati di un dispositivo di allarme antiabbandono.

DDL 571 (Modifiche all’articolo 48 della Costituzione e al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1967, n. 223, in materia di attribuzione del diritto di elettorato attivo nelle elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali ai cittadini che hanno compiuto il sedicesimo anno di età)
Il presente disegno di legge, quindi, ha lo scopo di introdurre nel nostro ordinamento, mediante apposita novella all’articolo 48 della Costituzione, l’elettorato attivo per i giovani che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, in occasione delle elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali.

DDL 628 (Disciplina nazionale della nutrizione artificiale parenterale ed enterale, ospedaliera e domiciliare)
Il presente disegno di legge è finalizzato a consentire, apprestando una regolamentazione specifica, l’uso del trattamento a domicilio del paziente in modo da garantire, con notevole risparmio e maggior beneficio su tutto il territorio nazionale, il diritto ad una qualità della vita dignitosa.

DDL 682 (Misure in favore degli studenti capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi)
Si intende incrementare significativamente le risorse finanziarie destinate alle borse di studio universitarie per quei giovani meritevoli che, a causa delle scarse disponibilità economiche, sono costretti in molti casi ad abbandonare il percorso formativo che avrebbero potuto concludere con buone prospettive di entrare nel mondo del lavoro con un livello di preparazione elevato.

DDL 683 (Rifinanziamento del Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni)
Si intende trasferire maggiori risorse nei servizi formativi per l’infanzia, riconoscendo la sostanziale validità delle norme attuative del Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita a sei anni

DDL 684 (Norme per il contenimento del disagio abitativo)
Parallelamente agli incentivi all’acquisto di abitazioni, si ritiene indispensabile ricostituire il Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, per conservare una quota maggiore di reddito non solo ai giovani, ma anche ai pensionati al minimo, alle famiglie monoreddito o che affrontano situazioni di disabilità e disagio economico.

DDL 736 (Legge quadro sui diritti di cittadinanza delle persone sorde, con disabilità uditiva in genere e sordocieche)
La proposta di legge accoglie con sensibilità le istanze di molte persone sorde, sostiene la battaglia per il riconoscimento della LIS portata avanti da numerosi enti, associazioni, liberi movimenti, persone comuni sorde e udenti e, al di là di ogni incertezza, si prefigge di dare piena attuazione alla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità ratificata dall’Italia con legge 3 marzo 2009, n. 18.

DDL 820 (Modifiche al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, per garantire l’incolumità dei ciclisti e degli automobilisti)
Prevede il mantenimento di una «fascia di sicurezza» che garantisca la giusta distanza tra veicoli e bicicletta durante la circolazione. Vieta l’utilizzo di smartphone, computer portatili, notebook, tablet, videogiochi e dispositivi analoghi.

DDL 904 (Riconoscimento della disprassia come disabilità ai fini dell’inclusione scolastica e accademica, dell’integrazione sociale e dell’inserimento professionale nonché del conseguimento della patente di guida)
La disprassia dell’età evolutiva è attualmente definita come un disturbo dello sviluppo di «high level», la cui etiologia ha basi neurali, o anche disturbo del neurosviluppo (Gomez e Sirigu, 2015, EACD) che si manifesta con molteplici difficoltà, che interferiscono spesso in modo significativo con le attività della vita quotidiana e con gli apprendimenti. Prevede l’inserimento nelle disabilità.

DDL 995 (Disposizioni urgenti per garantire i punti di nascita dei presidi ospedalieri dei territori a bassa intensità demografica)
Rende possibile la riduzione degli standard minimi per i servizi sanitari legati al percorso nascita nelle regioni che presentano una densità di popolazione, misurata in termini di abitanti per chilometro quadrato, inferiore alla media nazionale. Prevede inoltre che, con un atto regionale, potranno essere definiti il limite dimensionale minimo in termini di volume di prestazioni effettivamente erogate per il mantenimento del punto nascita, nonché le misure organizzative ritenute necessarie a garantire il massimo livello di sicurezza e di qualità delle prestazioni.

DDL 1023 (Disposizioni concernenti le storiche contrade e le associazioni di contradaioli della città di Siena)
Si intende tutelare la natura giuridica e fiscale delle storiche contrade e delle associazioni dei contradaioli che ne costituisco una loro articolazione, cosi come previsto nei singoli statuti delle contrade e in regolamenti comunali. In particolare, si dispone che le storiche contrade e le associazioni dei contradaioli vengano considerate a tutti gli effetti enti no profit.

DDL 1135 (Interventi per la salvaguardia del carattere storico, monumentale e artistico di Siena e per la tutela delle sue storiche contrade e delle associazioni di contradaioli della città)
Il presente disegno di legge intende rifinanziare la legge 9 marzo 1976, n. 75 e tutelare la natura giuridica e fiscale delle storiche contrade e delle associazioni dei contradaioli. In particolare, si dispone un finanziamento di 5 milioni annui
Prevedendo deroghe al saldo obbiettivo disposto dalla legge 24 dicembre 2012, n. 243 e sue successive modifiche e integrazioni.

DDL 1189 (Disposizioni in materia di dilettantismo agonistico e di parità di genere nella pratica sportiva)
Si definisce legislativamente il dilettantismo agonistico e prevedendo una maggiore tutela del lavoro di questi sportivi, con una particolare attenzione alla tutela dello sport al femminile e agli atleti che si trovano nelle condizioni di dover assistere un familiare in situazione di handicap grave. Senza per questo invadere le competenze proprie del CONI, anzi potenziando il suo compito regolatore e di vigilanza delle discipline sportive.

DDL 1296 (Delega al Governo per l’introduzione del divieto dell’uso di articoli in materiale plastico monouso nella pubblica amministrazione e negli edifici pubblici)
L’obiettivo è ambizioso e radicale: proiettare la pubblica amministrazione italiana verso una svolta sensata e profondamente ambientalista entro il dicembre 2019, data di decorrenza della Conferenza delle parti sulla Convenzione di Barcellona per la protezione del Mediterraneo dai rischi dell’inquinamento, che verrà ospitata a Napoli. L’obiettivo è quindi quello di favorire e promuovere la corretta gestione ambientale dei materiali non riciclabili attraverso la condivisione di idee ed esempi virtuosi tra le varie realtà locali, ma anche quello di promuovere e incoraggiare l’innovazione.

DDL 1405 (Modifiche alla normativa relativa alle indennità di funzione dei sindaci
Adegua al livello di responsabilità da assumere le indennità previste per i sindaci delle prime sei classi demografiche che corrispondono ai comuni da meno di 1.000 fino a 50.000 abitanti e sopprime il dimezzamento della indennità per i sindaci che siano lavoratori dipendenti.

Riccardo NENCINI Interrogazioni

Al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca:
– per sapere se intenda emanare il bando dedicato ai precari della scuola con 36 mesi di servizio;
– per sapere se il Ministro intende fornire subito, agli uffici scolastici regionali, indirizzi affinché facilitino l’accoglimento delle istanze di mantenimento in servizio dei dirigenti scolastici destinatari di un provvedimento di un pensionamento d’ufficio dal 1° settembre 2018.

Al Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti:
– per sapere se il completamento dei lavori sulla Fano-Grosseto sia una priorità del governo;
– per sapere se il Ministro non ritenga necessario e doveroso convocare un tavolo di concertazione con le Regioni interessate, le parti sociali e imprenditoriali sul progetto per la realizzazione dell’autostazione Anagnina;
– per sapere se il Ministro non ritenga opportuno attivarsi al fine di inserire nel contratto di programma ANAS e Ministero 2016-2020 il finanziamento per consentire il raddoppio dell’attuale galleria della Guinza.

Al Ministro della Giustizia:
– per sapere se sia intenzione del Ministro porre rimedio ai guasti procurati dall’approvazione della legge 09 gennaio 2019, n. 3 che estromette dalla vita pubblica sia il mondo del volontariato sia tutte le persone che hanno fatto in precedenza gli amministratori pubblici.

Al Ministro dello sviluppo economico:
– per sapere se sia intenzione del Ministro reintrodurre la geotermia tra le energie da fonti rinnovabili;
– per sapere se il Ministro non ritenga doveroso e necessario intervenire per accelerare l’uscita dell’attuale fase della gestione commissariale dell’Ilva di Taranto;
– per sapere quali iniziative intende porre in essere al fine di tutelare il consumatore da eccessivi aumenti delle bollette luce e gas.

Ai Ministri dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e dell’economia e delle finanze:
– per sapere se i Ministri non ritengano necessario intervenire urgentemente a favore dei lavoratori della Sogesid, dando loro la possibilità, dopo anni di lavoro precario, di essere finalmente stabilizzati.

Ai Ministri dell’economia e delle finanze e dell’interno:
– per sapere se è intenzione dei Ministri intervenire sulla grave crisi del comune di Campione d’Italia.

Al Presidente del Consiglio dei ministri:
– per sapere se sia intenzione del Governo far cessare la campagna violenta concentrata contro la libertà d’informazione.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply