venerdì, 14 Agosto, 2020

Riparte il lavoro, ricominciano le morti bianche e gli incidenti

0

“Continua la strage silenziosa: un altro incidente sul lavoro. Stamattina un operaio è stato schiacciato da una pala meccanica”, afferma la segretaria confederale Uil, Iavana Veronese che aggiunge: “Per noi la vita e la sicurezza nei luoghi di lavoro è da sempre al centro dell’attenzione. A gran voce ribadiamo alla Ministra Catalfo che la ‘patente a punti per le imprese’ non può rimanere ancora sulla carta. Le aziende devono rispettare e aumentare i controlli”.
Stamattina nelle campagne di Butera, in provincia di Caltanissetta, un operaio è stato travolto da una pala meccanica che stava manovrando. L’operaio morto, originario di Favara, stava effettuando con il bob cat alcuni lavori di escavazione per poi creare alcuni collegamenti elettrici utili alla misurazione del quantitativo d’acqua all’interno dell’invaso.
Ma in queste stesse ore ènell’area feste di Pedrengo, in provincia di Bergamo, ieri pomeriggio un uomo di 54 anni, dipendente di una ditta di Torino, è stato colpito da uno degli anelli di cemento che stava aiutando a scaricare da un camion. È stato soccorso dall’autoambulanza del 118, intubato e trasportato in codice rosso al Pronto soccorso dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. L’operaio è vivo, ma in gravi condizioni.
Mentre l’altro giorno in piazza Lodovico Cerva, in zona Vigna Murata a Roma, dove due operai di 53 e 29 anni sono morti dopo una caduta dall’altezza di oltre 20 metri. I due operai, al lavoro in un cantiere edile, stavano tagliando una trave di cemento quando, per cause da accertare, sono precipitati dall’ottavo piano della struttura.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply