domenica, 18 Agosto, 2019

Riunione del Pes, Nencini: «Serve il coraggio dei padri fondatori»

0

Oltre al Summit europeo, previsto anche per la giornata di oggi, ieri Bruxelles è stata cornice della riunione del PES, il Party of European Socialists, quel Partito che nel proprio ampio respiro europeo include tutti i leader socialisti. Non poteva mancare all’appuntamento del PES il segretario nazionale del Partito Socialista Italiano, Riccardo Nencini. La riunione è stata presieduta dal presidente del Partito Sergei Stanishev, accompagnato dal capo del Partito socialista portoghese, Jose Antonio Seguro. Al vertice del Pse hanno partecipato per l’Italia anche Pierluigi Bersani e Massimo D’Alema (Pd): segnale importante del rafforzato sodalizio tra Psi e Pd e quindi della fattiva costruzione della Casa dei socialisti e democratici. Presenti inoltre alcuni premier europei, tra cui il belga Di Rupo e lo slovacco Fico. Il documento del Pse contiene un preambolo che invita la Ue a riallocare “tutti i fondi disponibili” per la formazione e l’occupazione giovanile. La priorita’ deve essere la crescita. I temi affrontati sono stati molti: dalla linea comune dei socialisti nel vertice UE all’European Youth Guarantee, il programma socialista europeo rivolto ai giovani.

NENCINI (PSI) ALLA RIUNIONE DEL PES – Ieri il segretario Nazionale del Psi, Riccardo Nencini, aveva così commentato l’incontro con gli altri leader socialisti: «Il PES deve presentare una visione politica alta dell’Europa, non solo proposte economiche correttive» aggiungendo che «senza un’Europa politica non si superano le attuali difficoltà. Senza gli eurobond è difficile abbattere i costi del debito. Serve il coraggio dei Padri Fondatori dell’Unione». E le parole del segretario Nazionale sono state perfettamente in linea con quanto delineato ieri dal presidente del PES, Sergei Stanishev, che ha sottolineato la necessità di un impegno concreto dei leader nel vertice UE.

TUTTE LE PROPOSTE DEL PES – «Rafforzare la nostra economia, rafforzando la nostra democrazia», questa è la direzione indicata da Stanishev che ha fatto particolare riferimento alla necessità di perfezionare e diffondere l’European Youth Guarantee, il programma europeo di garanzia per i giovani: «È un modo utile di mostrare misure chiare e di sostegno a coloro che altrimenti rischiano di disilludersinei confronti del progetto UE».

Tra le altre misure importanti, proposte e volute dal PES, ieri è stata sottolineata la necessità di un’accurata separazione tra investimenti e banche commerciali. Il capo del Partito socialista portoghese, Jose Antonio Seguro, ha osservato che le misure previste dalla discussione del PES sono necessarie per la costruzione e il rafforzamento di una chiara base positiva europea. Ma non poteva mancare un riferimento allo slancio progressista lanciato da Francois Hollande che ha riportato in Europa una forte presenza socialista. Il Pse ha proposto anche una tassa europea sulle transazioni finanziarie che potrebbe dare un gettito di 100 miliardi di euro l’anno.

SOCIALISTI AL PARLAMENTO EUROPEO: SI’ ALLA PROPOSTA DI MONTI – Non sono mancate osservazioni relative alla questione degli eurobond che, in queste ore, sta facendo penare i leader presenti a Bruxelles. E a riferire della presenza socialista nel vertice UE è stata il capogruppo dei Socialisti al Parlamento Europeo Hannes Swoboda che, durante la seduta, ha dato un forte sostegno alla linea del Pes: «Questo vertice deve costruirsi con misure reali. Dobbiamo rendere la fiducia alla gente e “restaurare” la casa europea. Ciò di cui abbiamo bisogno è una maggiore integrazione per quanto riguarda la politica fiscale ed economica, nonché un passo più ampio verso un’unione politica. Devono essere adottate misure come la tassa sulle transazioni finanziarie, l’ampliamento del ruolo della Banca Europea d’Investimenti, i project bonds e anche gli Eurobonds. Inoltre abbiamo bisogno di una regola “d’oro” per aumentare gli investimenti, come quella proposta da Mario Monti e di un’agenzia del debito europeo, come suggerito da Jacques Delors e di Helmut Schmidt».

Vittoria de Petra

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply