martedì, 25 Febbraio, 2020

Romics 2019: quattro giorni di Festival

0

Dal 3 al 6 ottobre, alla Fiera di Roma, si terrà la 26esima edizione di Romics, il Festival Internazionale del Fumetto, Animazione, Cinema e Games. L’appuntamento di quest’anno si propone come evento imperdibile per gli appassionati, con circa 1000 metri quadri dedicati alle novità editoriali, con incontri col pubblico, e decine e decine di eventi. Inoltre, è aumentato l’impegno sociale, aspetto che sta caratterizzando sempre di più la manifestazione.

Un calendario pieno di eventi, quindi, quello di Romics, di cui proponiamo una breve selezione, legata alle passioni personali di chi scrive, rimandando al sito ufficiale chi volesse il programma completo.

Si parte con gli appuntamenti più importanti di “Comics City”, la città del fumetto. Imperdibili i festeggiamenti per gli 85 anni di Paperino – Donald Fauntleroy Duck, personaggio di punta della Disney che ha esordito nel cortometraggio animato “La gallinella saggia” del 1934 per poi passare ai fumetti, e i 50 anni del suo alterego: Paperinik, il diabolico vendicatore. Così come di grande interesse è “ Diabolike. Donne e fumetto”, un incontro, coordinato da Valeria Arnaldi, con le disegnatrici Giulia Francesca Massaglia, Stefania Caretta e Silvia Ziche, che racconteranno del loro recente lavoro su Diabolik che, dopo oltre 50 anni, torna a essere disegnato da donne.

L’editore romano Round Robin Editrice presenta “Tempesta”, la prima collana italiana dedicata al Graphic Thriller, e “Bulloni, in missione speciale… a Romics”, un volume speciale di Bulloni, serie per bambini che tratta il tema del bullismo in maniera ironica e avventurosa, con i cinque protagonisti in missione segreta proprio a Romics.

Gallucci Editore presenta “La squadra dei sogni. Il cuore sul prato”, il primo romanzo per ragazzi scritto dal giornalista sportivo Marino Bartoletti, e “L’Ammazzafilm è tornato”, con le esilaranti recensioni cinematografiche a fumetti di Stefano Disegni.

Quest’anno il Romics d’Oro è stato assegnato a tre grandi firme internazionali del fumetto e dell’illustrazione, e a un mago degli effetti speciali cinematografici: Francesco Tullio Altan, Federico Bertolucci, Tito Faraci e Stuart Penn.

Altan, maestro della satira e creatore de La Pimpa, la celeberrima cagnolina a pois, presenta “Uomini ma straordinari”, edito da Coconino Press, che con questo volume inizia la pubblicazione integrale dei romanzi a fumetti di Altan.

Tito Faraci è uno dei più importanti sceneggiatori italiani di fumetto con storie per Topolino, Dylan Dog, Tex, Diabolik, Magico Vento, e per gli americani Spider-Man, Devil e Captain America.

Romics dedica a Tito Faraci una mostra di originali che ripercorre le tappe più importanti della sua lunga carriera con storie realizzate da disegnatori di straordinaria bravura. Alcuni di questi autori partecipano ai due appuntamenti: un viaggio nel grande fumetto italiano, con Giorgio Cavazzano e Silvia Ziche; e una esplorazione del rapporto tra sceneggiatura e immagine, condotto da Luca Valtorta, con Sio e Giuseppe Palumbo.

Federico Bertolucci, disegnatore candidato agli Eisner Awards per l’eccezionale lavoro compiuto con “Love”, presenterà in anteprima il cofanetto “Brindille”, personaggio al quale è dedicata anche una mostra che racconta il lavoro che c’è dietro la tavola finita: dallo studio dei personaggi agli schizzi a matita, dalla creazione delle inquadrature ai vari livelli di colorazione.

Stuart Penn, attualmente Visual Effects Supervisor per la Framestore, è uno dei padri degli effetti digitali di ultima generazione. Il suo nome è legato a film Oscar per gli effetti speciali tipo “Gravity” di Alfonso Quaron, “La bussola d’oro” di Chris Weitz e “Avatar” di James Cameron. Recentemente si è occupato degli effetti speciali che hanno trasformato il viso umano di Mark Ruffalo nel nuovo “Smart Hulk” di “Avengers: Endgame”, ma non possiamo dimenticare “Guardiani della Galassia”, “Iron-Man 3”, “Il Cavaliere Oscuro”, Harry Potter e la camera dei segreti”, “X-Men”, “Pan – Viaggio sull’Isola che non c’è”, “King Arthur” e “Alien Covenant”.

Quasi obbligatorio festeggiare i primi 40 anni de La Scuola Internazionale di Comics di Roma. Per l’occasione è stata allestita una mostra di autori nati tra i banchi della scuola e diventati professionisti affermati. L’incontro “Scuola Internazionale di Comics – 40 anni di immagini, storie e visioni”, moderato da Giuseppe Pollicelli, ripercorrerà i momenti fondamentali della storia della scuola e saranno presentati i progetti più recenti. Partecipano Dino Caterini, Paolo Eleuteri Serpieri, Alessandro Bilotta e Grazia La Padula.

Con “Furio Scarpelli Pennello, china e macchina da scrivere” Romics omaggia, con una mostra di oltre 200 originali, l’abilità di disegnatore del famoso sceneggiatore, che insieme ad Age ha firmato alcuni dei capolavori del cinema italiano. La mostra sarà affiancata da un incontro, che si terrà sabato 5 ottobre, in cui si alterneranno registi, attori, personaggi del mondo della cultura e dell’arte che hanno lavorato con lui: Paolo Virzì, Stefano Disegni, Francesco Martinotti, Enzo D’Alò e Leopoldo Fabiani, che sarà moderatore dell’incontro.

Imperdibile anche l’appuntamento del 4 ottobre: “Matite Italiane – meeting sul fumetto e l’illustrazione italiana: storie, talenti e linguaggi”, con la partecipazione del Ministero per i beni e le attività culturali, del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, dell’Associazione Italiana Editori, delle più importanti case editrici e dei direttori dei festival di settore.

Una novità assoluta è, invece, il progetto “I Castelli Animati, festival internazionale del cinema di animazione”, nato nel 1996 a Genzano di Roma, nel cuore dei Castelli Romani, e organizzato dall’Associazione Città dell’Animazione. Dal 3 al 5 ottobre ci sarà un grande focus sulla produzione di cinema di animazione da tutto il mondo, con incontri, workshop e due concorsi: l’International Short Films Competition, panoramica sui grandi cortometraggi dei maestri, e l’International Graduation Films Competition, con i corti di diploma delle scuole italiane e internazionali

Chiudiamo con il Romics Cosplay Award, con le selezioni internazionali per il World Cosplay Summit di Nagoya 2020 e l’EuroCosplay di Londra e il Workshop di trucco con le due cosplayer internazionali Sørine and Carina, in arte Surine Cosplay e Rinaca Cosplay, rappresentanti al World Cosplay Summit nel 2015, che approfondiranno le regole del Crossplay, del bodypainte degli effetti speciali. Novità di questa edizione, in collaborazione con Epicos, il Romics For Cosplayers: uno spazio interattivo con appuntamenti, ospiti, meet&greet, set fotografici e servizi vari per tutti gli appassionati.

Antonio Salvatore Sassu

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply