domenica, 21 Luglio, 2019

Russiagate, si pensa all’Impeachment per Trump

0

Accuse gravissime sul Presidente degli Stati Uniti, anche se i primi attacchi e sospetti arrivano già dopo l’elezione di Donald Trump. Tanto che si è parlato apertamente di impeachment o dimissioni di Trump. Adesso nelle prossime settimane la Camera dei Rappresentanti – che da poche settimane è di nuovo controllata dai Democratici, dopo la loro vittoria alle elezioni di metà mandato – aprirà un’indagine parlamentare acquisendo atti e organizzando audizioni per verificare la possibilità che Trump abbia invitato Cohen a mentire al Congresso per ostacolare l’indagine sulla Russia.
L’accusa infatti è proprio questa: secondo Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sul Russiagate, Trump non solo ordinò al suo ex avvocato Michael Cohen di mentire al Congresso sulle trattative per costruire una Trump Tower a Mosca, ma avrebbe anche appoggiato il piano messo a punto da Cohen di recarsi in visita in Russia durante la campagna presidenziale con l’obiettivo di incontrare il presidente Vladimir Putin. Trump ha sempre sostenuto che non seguì mai da vicino le trattative per la Trump Tower di Mosca e che comunque abbandonò il progetto prima di candidarsi alle primarie dei Repubblicani nel 2016. I sospetti su cui da tempo sta indagando il procuratore speciale Robert Mueller, però, sono che il progetto continuò anche dopo la candidatura di Trump e che Trump stesso seguì da vicino le trattative.
Cohen testimonierà ancora sui rapporti con la Russia il 7 febbraio davanti al Congresso. Dopo di allora si deciderà molto dell’America e della presidenza Trump.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply