martedì, 24 Novembre, 2020

Scene di guerriglia a Roma. Denunciati in 16

0



Scene di vera e propria guerriglia a Roma dove in piazza del popolo era convocata una manifestazione di commercianti e categorie colpite dal recente dpcm. Una manifestazione che si è trasformata in guerriglia urbana per l’infiltrazione di esponenti dell’ultradestra romana che hanno portato sconquasso nel centro della città.

 

La tensione è salita proprio quando questo gruppo è giunto in piazza del Popolo, con un battibecco prima con i funzionari di polizia, che hanno chiesto di lasciare la piazza, e poi con scontri verbali con i giornalisti presenti, allontanati dal catino della manifestazione perché sgraditi, accusati di “non raccontare la verità”.

 

Una cinquantina di facinorosi hanno dato  vita a scena di autentica guerriglia con lanci di bottiglie e monopattini. Decine i petardi esplosi, con la polizia costretta a schierare gli idranti e a cacciare dalla piazza i violenti. Due fazioni, una contro l’altra: petardi e bottiglie contro la polizia che ha risposto avanzando fino a piazzale Flaminio. Qui il traffico ha fatto da linea di divisione. Bottiglie e monopattini lanciati tra le auto in transito. Quindi l’incendio dei cassonetti nelle vie adiacenti a piazzale Flaminio dove i violenti sono scappati per rifugiarsi, rincorsi dalla polizia.

Dopo le cariche i facinorosi si sono dispersi sul lungotevere.

 

Dopo una breve  pausa, gli scontri sono ripresi con i teppisti, posizionati su ponte regina Margherita, hanno ripreso il lancio di petardi e bottiglie. La polizia li ha inseguiti, con l’idrante ad aprire la strada. Il tutto in mezzo alle auto bloccate nel traffico con gli automobilisti increduli ad assistere ad una guerriglia senza precedenti in città.

 

In tutto sono 16 i denunciati . Tra loro, secondo quanto emerso da fonti investigative, tifosi della Roma e militanti di Forza Nuova. Devono rispondere tutti di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento in concorso. Ci sono anche giovanissimi, alcuni minorenni, tra i denunciati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto di Claudio Sisto
Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply