mercoledì, 3 Giugno, 2020

Scrive Adalberto Andreani:
Lo Stato non difende i cittadini

0

Caro direttore,
con il 1 gennaio 2019, è entrato in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica per tutti, onere già in essere per chi doveva fatturare alla P.A. Per noi avvocati e per i professionisti in genere, assicuro che non è stato e non è semplice tale adempimento. Stando a quanto ho potuto constatare direttamente anche qualche e qualche commercialista si è trovato in difficoltà. Come al solito si fanno le leggi, senza pensare ai più deboli ed agli svantaggiati.

Come possa concepirsi che un cittadino di 70 e passa anni, abituato sin da fanciullo a scrivere con la penna, debba passare direttamente al telematico, senza informazioni adeguate, senza corsi, senza adeguata preparazione è fatto veramente increscioso. Si ha la netta sensazione di uno Stato che abdica le proprie funzioni, come per la legittima difesa avviene e sta avvenendo in parallelo. In altre parole io Stato italiano, non sono in grado di difendere i cittadini, quindi consento il far west. Non funziona così, almeno nella nostra cultura sociale-cristiana d’Europa e lo dice spesso Papa Francesco non sufficientemente ascoltato.

Quindi tornando al discorso iniziale deve chiarirsi e lo si deve fare una volta per tutte che gli attuali mezzi telematici.debbono essere di ausilio al cittadino e non un comodo pretesto per scaricare difficoltà ed ostacoli sui cittadini creando una giungla ed il far west, oltre ad un ovvio ridimensionamento degli uffici pubblici, con la espulsione degli esseri umani dal lavoro e conseguente disoccupazione.

Buon 2019

Adalberto Andreani
Rieti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply