sabato, 26 Settembre, 2020

Scrive Elda Pelosi:
Destarsi e prendere posizioni

0

Sono convinta che l’Italia sia popolata da brave persone, non solo brave, ma anche intelligenti. Detto questo, mi piacerebbe che il partito, sopratutto a Milano, si destasse da questo torpore e con coraggio che certo gli appartiene, cominciasse a prendere posizioni.
Sono sicura che dopo il nostro “Caporetto”, le persone si siano scoraggiate: comprendo i vari “tengo famiglia”, comprendo gli incazzati a causa delle ” quote rosa”, badate bene, sono una donna e non sono favorevole a questo genere di facilitazione; come per tutti gli ambiti si dovrebbe accedere per merito, altrimenti si rischia, come vediamo tutti i giorni, di essere guidati da perfetti incapaci.

Ormai, è opinione comune che al governo, come per le direzioni di partito, ci debba essere il politico onesto. Giusto sì e no. Vedete, tra le caratteristiche indispensabili di chi governa, io mi aspetterei, come prima voce, la competenza! Che poi l’onestà è una conseguenza.
Oggi no, gli Italiani preferiscono essere governati da “onesti”, incapaci, perché hanno perso l’abitudine ai diritti.

Faccio appello agli amici socialisti, vecchi e nuovi, coloro che non sono troppo presi tra cinema e gite fuori porta, affinché ci si possa organizzare per domenica 19 a Milano, una messa, un corteo. Riappropriamoci di ciò che è nostro, parte della storia, della nostra storia!
Ovviamente non ho nulla contro i films del momento e contro il pellegrinaggio ad Hammamet, ma esistono anche persone che non se lo possono permettere e forse sarebbero felici di essere coinvolte comunque. Non possiamo aspettare momenti propizi, né continuare ad avere paura. Rispolverare ideali, prendere posizioni.

Un giorno un uomo che ha tutta la mia stima mi disse: “Sei sola, devi trovare alleati, ci si allea con i vincitori perché la minoranza ha già perso”.
Io ho la testa dura e forte della mia, forse, solitudine e salda nei valori, sono pronta a restituire quello che il partito, nel bene e nel male mi ha dato.
Non salirò sul carro della convenienza né ora né mai. Per me la mia identità e i miei ideali non sono in svendita.
Non credo di essere l’unica che deve qualcosa al partito, forse è ora di cominciare a restituire.

Elda Pelosi

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply