domenica, 28 Febbraio, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Scrive Enzo Pirillo:
Emanuele Macaluso lascia un vuoto incolmabile

0

Bandiere rosse a mezz’asta, questo il sentimento che La scomparsa del Compagno Emanuele Macaluso lascia un vuoto incolmabile in quella sinistra vera e verace, ultimo baluardo della difesa dei principi del Socialismo originario. Acuto, attento, appassionato e lucido fino alla fine, ci lascia a 96 anni con una serie di insegnamenti ed un’eredità di battaglie da combattere coraggiosamente. Storico dirigente del Partito comunista italiano iscritto sin da prima della caduta del regime fascista, è stato attivissimo parlamentare, sindacalista e giornalista, fu anche direttore de l’Unità ai tempi di Enrico Berlinguer e de il Riformista quando ancora era un quotidiano di sinistra, oltre che – ovviamente – un raffinatissimo pensatore, un vero antifascista ed AMICO del Circolo Saragat Matteotti.

Memorabile, in particolare per noi, la recente battaglia a difesa delle celebrazioni del 25 aprile, simbolo della Resistenza e della liberazione dal fascismo di quel Mussolini responsabile dell’assassinio di Giacomo Matteotti, della morte di Gramsci e di don Minzoni, responsabile delle leggi razziali e della deportazione di ebrei e minoranze nei lager nazisti. Strenuo sostenitore del No al taglio dei parlamentari e dichiaratamente contrario ai sentimenti populisti di antipolitica, ci ha regalato l’orgoglio di poter usare dignitosamente la parola Compagno; Oggi tutti noi abbiamo perso qualcosa, e per questo, in segno di lutto, dovrebbero esserci bandiere rosse a mezz’asta in tutta Italia… dovrebbero!.

 

Enzo Pirillo
Presidente del Circolo Culturale “Saragat – Matteotti” Roma

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply