martedì, 7 Luglio, 2020

Scrive Giuseppe Fertonani:
Considerazioni sparse su Europa e covid

0

Considerazioni sparse: Il caso è il modo di Dio per mantenere l’anonimato (Albert Einstein)
Ci sarà mai un ‘deus ex machina’ di tutto ciò? Che sia un burattinaio che voglia mantenere
l’anonimato fornendo le direttive agli apostoli ovvero ai ministri, guidati dall’apostolo più
importante Pietro interpretato da Conte, con Grillo che impersona Cristo il messaggero di Dio sulla
Terra; lungi da me la volontà di offendere cristiani cattolici! Già, ma vi siete posti la questione se ci
sia e chi possa essere il fantomatico dio? Il cristo, poi, finirà sacrificato sulla croce? Che l’entità
superiore possa fare parte della ristretta élite dei finanzieri mondiali? Che sia forse Soros, magari
ancora in vita, il cui spettro indusse a costituire la moneta unica in Europa che successivamente
paventò i muscoli al mondo intero per esorcizzare timori di speculazioni? Che strano, penso alla
Grecia ed alla rivolta popolare di qualche anno fa oltre al Regno Unito che non ha mai voluto
abbandonare la sterlina entrando faticosamente nell’Europa unita per poi uscirne.

Che la costituzione dell’euro rappresenti il fine ultimo della volontà celata di qualche entità ombra
per crearsi bocconi appetibili? Oltretutto il popolo europeo è ‘unito’ e non sono casuali le
dichiarazioni all’unisono di tedeschi e di francesi, pur essendo dalla notte dei tempi in reciproca
idiosincrasia. Macron e Merkel comunicano che potrebbero decidere per le vacanze estive dei loro
cittadini, sia verso la Spagna che l’Italia. D’altro canto non vi ricordate quando l’Italia chiese aiuto
alla BCE e la risposta della Leyen fù laconica; adesso Macron e Merkel, parlano per tutti sulla
necessità di immissione di euro dalla BCE per il post Pandemia. Non sapevo che presso la BCE ci
fossero solo due portavoce dell’Europa.

Ricordiamoci per un attimo del Nostro Bettino CRAXI che verso la fine del secolo scorso fece una
profezia sull’euro: ‘ Per gli italiani l’ Europa sarà’ o un inferno un limbo. “L’euro impoverirà
l’Italia”. Caso volle che Bettino Craxi sospettasse di Prodi, il Caronte che governò il passaggio dalla
lira all’euro, per i rapporti poco chiari di quest’ultimo con dei golpisti anti Gorbaciov.
Torniamo alle attuali fake. Con questo inciso storico volevo solo lenire un po’ i toni della critica al
maestoso serbatoio di spunti offerti gratuitamente; ma questi ‘ci sono o ci fanno?’.
‘Riapertura totale’ con un DPCM apparentemente redatto tra notte e mattina forse in 10 minuti, il
tempo di segnar data e firma ’.
Siamo sicuri che il DPCM non fosse già pronto sotto il cuscino? Non vi verrebbe da pensare che
fosse ‘sceso dall’alto’ e che poi il ricevente abbia omesso, causa la tarda ora, di rileggerlo o di
adattarlo? ‘Da stanotte, domenica, o meglio da domani lunedì mattina tutto è sotto controllo’. I
bambini di età inferiore ai 6 anni possono esentarsi di proteggere l’apparato respiratorio da rischio
biologico ed adesso riapriremo anche i centri estivi, poi, quando ci giungeranno ‘dall’alto’,
divulgheremo le regole.
Non vi pare che sia ‘un’ottima’ scelta demagogica contraddittoria o priva di ‘intellighenzia’?
Vediamo il perché…
A detta di testimonial mediatici governativi, il virus può avere un’incubazione asintomatica forse di
2 forse 3, forse 4 settimane e forse non si sa.
Se a questo lungo tempo aggiungiamo il fortissimo sistema immunitario dei bambini, abbiamo
creato un’atomica innescata per anziani e fragili.
Se ‘tutto aperto da domattina’ sia partito da una elucubrazione notturna del presidente, non pensate che, ancora per la chiusura di istituzioni scolastiche asili e centri diurni, i bambini vengano affidati alle amorevoli cure dei nonni? Chiaro è che sia una gioia per tutti, nonni, in primis, che non vedono l’ora di ‘godersi’ i nipoti dalla mattina alla sera. Tra l’altro a causa dei molteplici impegni quotidiani dei nipoti e l’attività frenetica dei genitori, spesso e volentieri i nonni riescono a vedere la loro progenie magari in video chiamata serale, per pochi minuti prima che si corichino per la notte.

Non so voi, ma a me verrebbe da dire che i veri eroi del COVID siano i nonni che mettono sul
piatto la loro vita non per condizioni contrattuali, non per obblighi di lavoro, non per giuramento di
Ippocrate ma solo per smisurato amore. Già, che i bambini possano essere malati asintomatici non
viene in mente a nessuno della schiera di tecnico governativi? Questi tre mesi di lookdown, o
meglio di confino, non sono stati rispettati a spizzichi e bocconi? Nelle belle giornate primaverili
non ricordate di aver visto nei parchi e nei giardini assembramenti di mamme e figli? Qualora da
oggi i nipoti vengano affidati ai nonni, che cosa potrebbe accadere a questi ultimi?

Tra l’altro parrebbe che gli esami sierologici tanto paventati da testimonial governativi non abbiano
ancora avuto la diffusione che avrebbero dovuto avere, risulterebbe quindi, da quello che ci viene
comunicato dai media, che ne siano stati fatti, ma non a tutti.

Giuseppe Fertonani

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply