domenica, 7 Giugno, 2020

Scrive Graziano Luppichini:
Il caso Ceccardi e la missione in Spagna

0

Contrariamente alle cose che Susanna Ceccardi scrive sui social circa le persone di sinistra che si sono poste negativamente alla sua iniziativa, personalmente sono ben felice del suo rientro a casa da una missione non umanitaria, ma solo di propaganda politica, inutile quanto rischiosa.
Sono contento per lei, per coloro che con lei sono tornati in Italia (ma che sarebbero potuti tranquillamente rimanere a Barcellona assistiti in ogni modo da quel Paese e sostenuti dalla nostra rappresentanza diplomatica per le loro necessità), per la piccola Kinzica che può, magari attraverso un vetro, vedere sua mamma. Eh, sì, perché adesso nei confronti di Susanna, non possono non scattare i termini perentori della quarantena prevista per cui deve stare distante dai familiari secondo quanto prevedono le norme del capitolato sicurezza anti COVID-19, pur vivendo nella stessa casa, nonché i provvedimenti di Legge sanciti dalla normativa DPCM in vigore.

 

Ovviamente che stessa quarantena valga per l’assessora pisana Gambacciani e tutti gli altri rientrati che, così spaventati da una permanenza all’estero, si sono rivolti a lei, la paladina padana in terra di Bonagiunta. Forse, cara Susanna, valeva la pena attivarsi dall’Italia con le nostre sedi diplomatiche per avere certezze dei nostri concittadini, evitando troppo clamore.

Graziano LUPPICHINI
Segr. Sezione PSI Sandro Pertini Rosignano M.mo (LI)

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply