lunedì, 16 Settembre, 2019

Scrive Luciano Masolini:
Alcune riserve sul cambio del simbolo

0

Mi dispiace davvero tanto e mi rattrista pure dover scrivere qualcosa in difesa del simbolo e del nome del nostro antico Partito. Sinceramente non avrei mai pensato che un giorno si sarebbe arrivati ad una tale (almeno per me) discutibile richiesta, anche perché ho sempre creduto – dandolo forse troppo per scontato – che queste inconfutabili e fondamentali cose ereditate nel tempo fossero appunto del tutto immuni da certi prefiguranti stravolgimenti, che mi auspico vivamente non accadranno.

Un eventuale rischioso cambiamento come quello che, purtroppo, si sta profilando e che lo si giustifica come semplice desiderio di modernizzazione va seguito senz’altro con molta accortezza, e fino all’ultimo. Non ho nulla in contrario nel volerci rinnovare, anzi. Ma sicuramente credo che non ci rinnoveremo affatto cambiandoci il nome – tra l’altro dall’impronta così intensamente identitaria – che portiamo sin dalla nascita. Un po’ diverso è invece voler rimaneggiare il simbolo su cui al limite potrei trovarmi anche in accordo, almeno su alcuni punti. Comunque, lo ribadisco, avrei davvero preferito occuparmi di ben altri argomenti. Ma visto che ormai siamo arrivati a questo punto dove, come ho già detto sopra, rischiamo veramente di mettere in forte pericolo (spero però di sbagliarmi) sia la nostra lunghissima storia che il nostro futuro non mi rimane, quindi, che contare nei tanti compagni (magari alla Marco Andreini), i quali sulla rilevante questione sono chiamati proprio in questo periodo estivo a dire la loro.

Sperando poi che dai vari responsi prevalga almeno un po’ di buon senso. Permettendo così al nostro straordinario Partito – è il mio augurio – di poter continuare a chiamarsi con quel suo inconfondibile ed evocativo nome ancora per tanto altro tempo. Buona consultazione, carissimi compagni! E buona estate!

Luciano Masolini

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply