domenica, 5 Aprile, 2020

Scrive Manfredi Villani:
L’integrazione ferroviaria europea

0

Da fsnews apprendiamo che l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Gianfranco Battisti ha incontrato a Bruxelles i rappresentanti delle istituzioni comunitarie.L’integrazione ferroviaria e il nuovo mercato unico europeo al centro del confronto. Mercoledì 19 febbraio Battisti ha incontrato il presidente David Sassoli, la commissione trasporti e i deputati del Parlamento europeo,e il Commissario all’Economia Paolo Gentiloni, Gli incontri e il confronto sono ruotati intorno al futuro mercato unico ferroviario europeo,da realizzarsi su una rete sempre più sicura e interoperabile,grazie anche all’adozione dell’ERTMS(European Rail Traffic Management System),sistema già utilizzato sulle linee AV italiane e intorno al quale potrebbe nascere un centro tecnologico di eccellenza europeo proprio nel nostro Paese. Sul tavolo anche le attività propedeutiche all’ingresso di FS Italiane nell’Alta Velocità francese e spagnola, le nuove iniziative per l’esercizio della futura rete AV inglese,gli investimenti per potenziare le infrastrutture nel sud Italia,una maggiore integrazione dell’Italia con la rete europea,lo sviluppo di nuovi sistemi di alimentazione energetica complementari a quelli elettrici,in particolare con l’uso dell’idrogeno e delle batterie.Obiettivi questi ultimi sui quali le società del Gruppo FS lavorano già anche in collaborazione con altre compagnie europee con l’obiettivo di rendere sempre più sostenibile e rispettoso dell’ambiente il trasporto ferroviario.Non guasta la consolidata collaborazione FS-Legambiente per il “Treno Verde”.Dal 17 febbraio al primo aprile,il convoglio Treno Verde 2020 farà tappa in 13 città italiane(da Sud a Nord) per affrontare i vari temi legati ai cambiamenti climatici,comprese le piccole abitudini quoitidiane che possono fare la differenza.Prende via l’edizione 2020 del Treno Verde,iniziativa ambientalista promossa dalle Ferrovie dello Stato in collaborazione con Legambiente.Durante il viaggio,che prevede 13 tappe,si discuteranno le problematiche del Climate Challenge.La campagna itinerante si svolgerà sotto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Tra i sostenitori della campagna figurano anche aziende come AZZEROCO2 e Ricrea(Commissario nazionale riciclo e recupero imballaggi acciaio), Ecowell, Formaperta, Zeropac e Italia Zuccheri,Media partner del Treno Verde e La Nuova Ecologia.Ma non solo.Il Treno Verde sarà anche sede di incontri,laboratori e del Youth Climate Meeting, con Cineforum e momenti dedicati e gestiti dai ragazzi e dagli studenti. In alcune tappe, inoltre, Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane farà,con l’utilizzo di un laboratorio mobile,rilevazioni ambientali,con misurazioni acustiche e della qualità dell’aria.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply