venerdì, 20 Settembre, 2019

Scrive Massimo Lulli:
Un sostegno che non condivido

0

Caro Direttore,
condivido pienamente tutte le riserve che avete espresso prima Tu ed il compagno Intini e più di recente Luigi Iorio sul voto di fiducia che i nostri due parlamentari hanno espresso al governo Conte bis.

Non accetto la contraddittorietà di questa posizione rispetto al tentativo affermato dal Partito dal congresso in poi di rendersi più autonomo dal Pd. Non capisco la marcia indietro riguardo all’accordo concluso in occasione delle elezioni europee con l’area radicale facente capo ad Emma Bonino, area che oggi può registrare un significativo rinforzo per effetto della chiara posizione assunta da Calenda.

Poiché il governo aveva comunque i numeri per ottenere la fiducia (anche al Senato ) non si prefigurava neanche la tragedia che, a causa della fine della legislatura, della scomparsa della nostra compagine parlamentare.

Non comprensibile, quindi, la linea assunta dal Segretario Maraio se non nello scenario delle prossime regionali dove però non credo potessero essere assunte dal Pd sanzioni di alcun tipo a nostro carico.

Pessima cosa, mi dispiace.

Massimo Lulli
Psi Palestrina (Rm)

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply