domenica, 23 Febbraio, 2020

Scrive Paolo Farinati:
Appello ai roveretani liberi e appassionati

0

A Rovereto stiamo tentando in queste ore in molti di unire i valori e le persone che credono degasperianamente ad un centro politico che guarda responsabilmente a sinistra, un centro-sinistra pregno di valori e obiettivi legati al lavoro, ai sacrifici, ai talenti, al coraggio, alla determinazione e alla fiducia. Voglio pensare che tutta Rovereto possa essere protagonista di questa avvincente partita politica del prossimo 3 maggio. La nostra città non può essere vittima inerme, pigra e apatica di un accordo voluto da pochi (27 rispettabili iscritti al PD, ma quel partito ha migliaia di voti ! ) e totalmente incoerente, e quindi incomprensibile, se ricordiamo le parole dette e le decisioni prese in questi ultimi anni dai protagonisti in gioco. Vorrei che le roveretane e i roveretani di buona volontà e valide capacità dessero vita ad una visione ben diversa, che individui radici in una prospettiva che possa unire e far sognare più generazioni. Da vari anni sono troppe le questioni roveretane lasciate da parte o insolute.

Penso al tema del lavoro vera emergenza in Vallagarina (è irresponsabile affermare che la competenza è della PAT ! ), alla viabilità interna ed esterna alla città, alla politiche per gli anziani con una RSA cantierizzata nel 2009 e ancora incompiuta, alle necessarie infrastrutture (il Follone ecc. ), ad una AMR vittima di un progetto poco ambizioso territorialmente parlando, all’assenza strategica del nostro Comune quale Socio del Gruppo Dolomiti Energia (dove è finito il progetto di una nuova sede in viale Caproni con conseguente spostamento degli uffici tecnici comunali in via Manzoni?), ai freddi rapporti con l’Università di Trento (Corso di Meteorologia e altri ! ), ad una mancante strategia di sviluppo e di benessere da costruire assieme a tutti i Comuni della Vallagarina.

Sono solo alcuni temi, ma altri ne potremmo indicare. Scrivo e chiedo tutto questo da umile roveretano che, come moltissimi, ama profondamente la propria città e conosce bene i propri concittadini, anche grazie alla fiducia avuta in passato da ben cinque Sindaci della nostra città per vari importanti incarichi, di cui mi sento e mi sentirò sempre onorato e grato. La politica è passione, disponibilità, piacere di stare tra e con la gente, capacità di ascoltare e di decidere, è emozione, è rispetto sincero e franco di ogni posizione, è dare dignità ad ogni persona con l’istruzione, il lavoro e la cultura, è saper accogliere ponendo diritti e doveri uguali per tutti, è amare l’ambiente che ci circonda, è essere consapevoli della storia di Rovereto e del Trentino, è costruire benessere e futuro sereno per la propria comunità, piccola o grande che sia, con intelligenza, coraggio, determinazione e fiducia. So che la grande maggioranza dei miei concittadini crede in tutto questo. Chiedo a loro di esserci.

Paolo Farinati
iscritto PSI-PSE e già Assessore del Comune di Rovereto

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply