sabato, 4 Aprile, 2020

Scrive Rino Capezzuoli:
Lavori in corso, avanti c’è posto!

0

Questo era il motto dei ferrovieri socialisti nel primo dopoguerra e credo che si possa usare anche oggi lunedi 27 gennaio 2020 dopo i risultati elettorali dell’Emilia Romagna e della Calabria e nel giorno della memoria cioè quando l’armata rossa liberò il campo di concentramento di Auschiwitz In Emiliaromagna è stato sconfitto Salvini che voleva dare una spallata al governo nazionale ed invece è stato riconfermato il buongoverno del presidente Bonaccini In Calabria è stata eletta presidente una donna di forza italia alla testa di una coalizione di destra con la sinistra che ha raggiunto il 30%. Cioè una doppia sconfitta per la Lega e per Salvini che ora dovrà rivedere la sua strategia, ammesso che ne sia capace. Dobbiamo registrare anche una cosa ovvia e scontata l’inconsistenza dei 5 stelle che in una regione dove hanno eletto 18 parlamentari non sono entrati neppure nel consiglio regionale. Questo è il frutto del reddito di cittadinanza promesso al sud e della politica antisistema in cui si sono imbattuti senza avere il tempo di poter cambiare troppo velocemente essendo impreparati alla gestione del potere.

E’ indubbio che il governo esce rafforzato da queste elezioni regionali anche se molto resta da fare dopo la svolta di luglio2019 e non è poco essere giunti a questi risultati grazie all’azione di un buon presidente del consiglio e di un buon ministro dell’economia e di una granitica forza politica il partito democratico ma questo non basta più per andare avanti occorrono due cose per me fondamentali: 1) una politica di rilancio del sud predicata da tutti a parole ma mai attuata seriamente, cioè uno sviluppo del sud come motore di tutto il paese . 2) un unità politica di tutte le forze di sinistra e di centro sinistra con una visione di paese per costruire il domani ed il futuro, questi sono i due temi fondamentali per andare avanti che saranno raggiungibili solo con un grande sforzo culturale ‘prima che economico. La via per far questo è stata aperta ma ancora c’è molto da lavorare per sgombrare la strada dalle macerie della destra che rimane forte nel nostro paese e certamente capace di rallentare la marcia di un’Italia che vuol progredire a cominciare dallo spostare i macigni dell’evasione fiscale,della cura del territorio,dei decreti contro gli immigrati dall’economia verde.. comunque dopo questi risultati che danno più vigore alla gente onesta che ricrede nella politica e va a votare, nelle nostre istituzioni si respira aria nuova e più pulita per un paese migliore come hanno dimostrato le sardine.
I socialisti? Si torna a parlare di riformismo, di alleanza repubblicana e si triplicano i voti rispetto alle ultime elezioni, anche se siamo ancora lontani dal raggiungere il quorum. C’è ancora molto da spalare tra di noi per riprendere un cammino che non sarà glorioso e rapido come in passato ma sicuramete ancora valido per il futuro del paese e dell’europa.

Rino Capezzuoli
Circolo socialista Chianti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply