venerdì, 14 Agosto, 2020

Scrivono Marco Andreini, Enrico Ricciuto, Antonio Gitto:
Lettera aperta al compagno Franco Bartolomei

1

I membri della Direzione nazionale che scrivono hanno dato vita insieme a Franco Bartolomei, membro della segreteria nazionale e ad altri compagni ad un’area di sinistra del partito che è diventata una vera e propria mozione al congresso di Venezia.

Oggi esiste fra di noi una profonda e incolmabile distanza che ha portato Bartolomei a vedere come faro della sinistra Fassina e prima ancora Landini.

Personalmente li riteniamo espressione di una sinistra parolaia, inconcludente e vecchia, sotto tutti i punti di vista.

Se Lombardi fosse ancora vivo, non avrebbe degnato, neanche di uno sguardo, né Fassina né Landini, altro che farli diventare leader di un nuovo partito.

Auguriamo a Franco e a tutti i compagni, affascinati da questo rigurgito di massimalismo, ogni bene.

Speriamo si rendano conto e, soprattutto Franco, che non è pensabile che il sabato si prospetti un partito nuovo pronto ad andare di fronte agli elettori, e il lunedì, come nulla fosse, si riprenda lo scontro politico nel Psi.

Se si decide una strada, quella va perseguita fino in fondo, forti delle proprie idee, senza avere o pensare di avere paracaduti e soprattutto avendo il coraggio politico di prospettare ai compagni che la scelta è senza ritorno.

Marco Andreini, Enrico Ricciuto, Antonio Gitto
(membri della Direzione Nazionale P.S.I.)

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply