venerdì, 18 Ottobre, 2019

Scuola. Maraio: “Csx collabori per sopperire carenze governo”

0

Nonostante le promesse de ministro dell’Istruzione Bussetti, l’anno scolastico che si aprirà a settembre sembra destinato ad avere un numero record di docenti precari. È l’allarme lanciato martedì dai sindacati del reparto che hanno parlato di circa 150-170mila supplenze in arrivo che darà vita, come è facilmente immaginabile a un via vai di professori con conseguente danno per gli alunni.

La scorsa settimana, il Psi aveva già manifestato le proprie preoccupazione per l’anno scolastico che sta per iniziare in un sit in Piazza Montecitorio. E proprio su questo tema, si è tenuto mercoledì al Nazareno un incontro tra la responsabile scuola e membro della segreteria nazionale del Pd Camilla Sgambato, il segretario del Psi Enzo Maraio e Luca Fantò, responsabile scuola dei socialisti.

Molti i temi trattati nel lungo confronto tra i dirigenti dei due partiti: precarietà dei docenti, concorso per il reclutamento di dirigenti scolastici annullato dal Tar e sospeso dal Consiglio di Stato, regionalizzazione scolastica. I due partiti convergono sulla necessità di collaborare, sin da subito, per individuare proposte e soluzioni comuni per sopperire alle gravi carenze a cui l’attuale governo non ha saputo porre alcun rimedio.

“Bisogna garantire continuità didattica dei docenti per assicurare la necessaria preparazione scolastica degli studenti ed evitare – ha detto il segretario del Psi Maraio nel corso dell’incontro – che il tema dell’autonomia regionale indiscriminata rischi di allargare ulteriormente il divario culturale tra nord e sud del Paese. Un tema che ci ha trovati d’accordo”- ha aggiunto Maraio – “e su cui tutto il centrosinistra deve necessariamente convergere. Partire da qui per rafforzare attorno a temi importanti come questo il rapporto tra i partiti riformisti e democratici per evitare che il governo gialloverde faccia dell’Italia un paese che rischia di non reggere più il confronto con le grandi democrazie europee”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply