domenica, 31 Maggio, 2020

Scuola. Psi: “Evitare la riapertura nel caos”

0

Il senatore del PSI Riccardo Nencini, interviene nel dibattito sul Decreto scuola con una nota: “Diversamente da quanto previsto, domani il Senato non approverà il Decreto scuola. La ministra Azzolina immagina un concorso a quiz, noi e altri, causa l’emergenza sanitaria, siamo contrari. Con le disposizioni di legge in vigore è assolutamente impossibile. Se ci si ostina a seguire questa strada, le scuole riapriranno in settembre nel caos. La cosa peggiore dopo mesi di chiusura. I socialisti faranno la loro parte, voglio sperare in buona compagnia”.

Il PSI scuola chiede al PD e alle altre forze politiche che si sono impegnate nella stesura degli emendamenti al Decreto scuola di far si che l’approvazione del avvenga non solo in tempi rapidi ma soprattutto accolga gli appelli alla ragionevolezza che arrivano dalle Associazioni dei docenti e anche da gran parte delle Organizzazioni Sindacali.

Il concorso a quiz, in questa emergenza, non è una soluzione ragionevole.
Il Decreto scuola potrebbe rappresentare un momento storico per la scuola pubblica italiana poiché potenzialmente potrebbe risolvere molti problemi che assillano la scuola pubblica e tra i tanti la questione del precariato dell’intero personale scolastico, la questione determinata dalla fallimentare gestione dell’ultimo concorso per Dirigenti Scolastici, la questione legata ai licenziamenti in atto di colleghi che hanno di fatto completato l’anno di prova, gli annosi problemi legati all’insegnamento della religione delle nostre scuole.

Bisogna far presto e bisogna agire mettendo in atto la più ampia collaborazione con tutte le forze politiche che hanno dimostrato di avere a cuore la scuola pubblica. Perché la scuola pubblica è il principale strumento in grado di dare pari opportunità ai nostri giovani.


Enzo Maraio

Segretario nazionale PSI

 

Luca Fantò
Referente PSI scuola, università e ricerca

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply