martedì, 25 Febbraio, 2020

Gerusalemme. Sempre contro antisemitismo e fascismo

0

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è andato a Gerusalemme per partecipare, con numerosi Capi di Stato e di governo provenienti da Europa, Nord America e Australia, al Quinto Forum Mondiale dell’Olocausto dal titolo “Ricordare l’olocausto: combattere l’antisemitismo”, organizzato in occasione del 75esimo anniversario della Liberazione di Auschwitz-Birkenau, appuntamento che il Presidente ha definito molto significativo.

Incontrando il Capo dello Stato di Israele, Reuven Rivlin, il Presidente Sergio Mattarella, ha affermato: “La cerimonia di oggi sarà un richiamo a tutto il mondo perchè non si abbassi mai la guardia, l’attenzione, la vigilanza contro l’antisemitismo, contro la violenza e contro il fascismo”.
Parlando a Rivlin, Mattarella ha anche sottolineato: “Quando sono avvenuti quegli orrori noi due eravamo già al mondo, per questo siamo particolarmente sensibili e vigilanti su questo tema, perchè abbiamo percepito gli orrori di quel periodo. Tra qualche giorno si celebrerà la Giornata della Memoria e avremo come tutti gli anni un concorso per le scuole e consegnerò i premi ai migliori elaborati. Tutto questo si riassume nella mia decisione di nominare senatore a vita Liliana Segre, avendo un solo seggio a disposizione. La testimonianza che ha reso in questi decenni sulla Shoah è stata per l’Italia un patrimonio prezioso. La nomina della sopravvissuta al genocidio ha un significato ulteriore: l’ho nominata nel gennaio del 2018, e quell’anno ricorrevano gli 80 anni delle leggi razziali con cui il fascismo aveva perseguitato gli ebrei. Anche l’Italia ha avuto la pagina nera a questo riguardo, particolarmente grave, ed è per questo che l’Italia è consapevole dell’esigenza di affermare continuamente la necessità di combattere l’antisemitismo e di trasmettere ai giovani questa consapevolezza”.
Sergio Mattarella ha partecipato ieri alla cena nella residenza del presidente israeliano Reuven Rivlin in onore dei capi di stato che partecipano alle cerimonie per il 75/o anniversario della liberazione di Auschwitz. Oggi andrà al Museo di Yad Vashem a Gerusalemme al Forum internazionale sulla Shoah e l’antisemitismo.
Prima di andare a Yad Vashem per il Forum intitolato “Ricordare la Shoah, combattere l’antisemitismo”, il Presidente Mattarella questa mattina ha avuto due incontri bilaterali. Il primo con il presidente israeliano Rivlin e il secondo con il presidente sloveno Borut Pahor. Il presidente Mattarella è arrivato in Israele da una missione in Qatar, dove accompagnato da vari imprenditori italiani, ha incontrato l’emiro Tamim bin Hamad al-Thani.
Mentre il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, cerca di riposizionare il prestigio dell’Italia sullo scenario internazionale, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, anziché andare a Davos, al Forum economico mondiale, per far sentire la voce dell’Italia, ha preferito restarsene a Roma per occuparsi di questioni interne che avrebbe potuto rinviare di qualche giorno.

Salvatore Rondello

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply