mercoledì, 21 Ottobre, 2020

Senza alcun dubbio

6

‘Repubblica’ oggi fuga ogni dubbio. Cita incontri e fonti. Sarò sincero: D’Alema scelga pure la Raggi e il No ma mi chiedo se un dirigente del nostro partito possa tramare contro il suo partito con innaturale pervicacia e proprio con chi giudicava i socialisti o superflui o dannosi (taccio i giudizi su Craxi padre). Per mesi, per mantenere una cornice di unità, abbiamo taciuto e abbiamo tenuto la porta spalancata. Abbiamo fatto la cosa giusta. Poi la corda si spezza. I fatti? Eccoli.
Le minoranze partecipano ai congressi e si battono nei congressi. La nostra, no. E non ci parlino di procedure e regole. Chi le contesta né è stato protagonista per anni. Con Boselli segretario e dopo.
Le minoranze collaborano nelle scadenze elettorali. La nostra, no. Anzi. Cito il caso di Roma. Ho chiesto personalmente a Craxi e a Sollazzo di impegnarsi per la lista socialista nella capitale. Nessuna risposta. Addirittura il vecchio segretario della federazione romana, anch’egli legato ad Area Socialista, ha sostenuto pubblicamente candidati del Pd. Bartolomei, invece, diventa sponsor di Fassina e via discettando. E dicevano – e dicono – di volere liste socialiste alle elezioni.
Le minoranze non si rivolgono ai giudici se vengono politicamente sconfitte. La nostra, sì. Area Socialista ci ha trascinati in tribunale per chiedere la cancellazione del congresso di Salerno. Abbiamo vinto noi!
Una minoranza che dice di volere simboli socialisti ovunque approfitta delle amministrative per presentarli, perlomeno dove governa il partito. E invece no. Vogliamo parlare del risultato di Milano?
Nelle tesi congressuali si legge che il partito costituirà Comitati referendari per il Sì ma naturalmente sono consentite posizioni diverse. Ma una cosa è consentire a ciascuno degli iscritti libertà di giudizio e di espressione, altro pensare alla costituzione di Comitati per il No sotto la stella dalemiana e minacciare scissioni. Si legga l’intervista on line di Craxi di alcuni giorni fa. Fa il paio con i propositi espressi da D’Alema. Proprio ieri un caro vecchio compagno rifletteva con me: ‘Somigliano al PSIUP. A parole difendono l’ortodossia ma nei fatti… e D’Alema, da piccolo non entusiasmò Togliatti?’.

Riccardo Nencini

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply