martedì, 22 Ottobre, 2019

Serie A, si riaprono
subito i giochi

0

Roma VittoriaLa Juventus inciampa sul campo del Sassuolo, ottenendo solo un pareggio che riduce il vantaggio sulla Roma di un solo punto. I giallorossi superano infatti 3-0 il Chievo, sconfitta che costa l’esonero al tecnico Corini, sostituito da Maran. Ottime vittorie in trasferta di Milan e Lazio a Verona e Firenze, pareggio thrilling tra Inter e Napoli, mentre continua la crisi del Parma, ora fanalino di coda solitario in classifica.

SI SBLOCCA ZAZA – Doveva essere una giornata interlocutoria per la lotta allo scudetto, con Juventus e Roma alle prese con due avversari alla portata. Ma se i giallorossi hanno tenuto fede alle premesse, superando il Chievo con un rotondo 3-0 già al sicuro nel primo tempo (di Destro, Ljajic e Totti su rigore le reti), ecco invece la sorpresa che non ti aspetti al Mapei Stadium di Reggio Emilia: nonostante fosse un testacoda, tutta questa differenza tra Sassuolo e Juventus non si è vista ed è arrivata un giusto 1-1. Emiliani in vantaggio con Zaza, tornato finalmente in gol dopo un lungo digiuno, pareggio dopo pochi minuti del francese Pogba per i bianconeri, che tuttavia non sono più riusciti a segnare. Merito di una prova super del portiere neroverde Consigli. La terza forza del campionato resta la Sampdoria, che ha ottenuto un pareggio 2-2 a Cagliari dal sapore decisamente amaro. I blucerchiati di Mihajlovic, infatti, erano in doppio vantaggio grazie a Gabbiadini e Obiang. Poi è arrivata la rimonta dei ragazzi di Zeman con il rigore di Avelar e la rete di Sau. Alla vigilia, i due tecnici avevano scommesso una cena: pagheranno “alla romana”.

BENE MILAN E LAZIO – Vittorie di prestigio per Milan e Lazio, entrambe fuori casa. I rossoneri hanno sfatato il tabù del ‘Fatal Verona’ imponendosi 3-1 sul campo dell’Hellas. Un goffo autogol del difensore gialloblù Marques ha aperto le marcature, prima della doppietta del giapponese Honda, nel finale gol della bandiera di Nico Lopez. Ottima prova anche dei biancocelesti, corsari 2-0 a Firenze grazie alle reti di Djordjevic e Lulic. Succede tutto nei minuti finali tra Inter e Napoli: quando la partita sembrava indirizzarsi verso lo 0-0, si è scatenato l’azzurro Callejon, a segno due volte. Ma tra la doppietta dello spagnolo c’è stato il momentaneo pareggio di Guarin e quello definitivo di Hernanes per 15 minuti di puro spettacolo, anche se è un punto che servo poco a entrambe le squadre.

CRISI PARMA – Torino ancora una volta trascinato da Quagliarella, match-winner nell’1-0 dei granata all’Udinese. Prima vittoria in campionato per il Palermo, arrivata 2-1 in casa contro il Cesena proprio in extremis grazie all’incornata di testa del difensore costaricano Gonzalez, dopo il vantaggio rosanero di Dybala e il momentaneo pari romagnolo con il rigore di Rodriguez. Anche l’Atalanta ha esultato nei minuti finali, grazie alla vittoria casalinga 1-0 sul Parma (rete di Boakye). Ora i ragazzi di Donadoni sono ultimi solitari in classifica e la situazione si fa preoccupante. Come ammesso dallo stesso presidente Ghirardi, la squadra non si è ancora ripresa dall’esclusione dall’Europa League (un vero e proprio scippo), oltre a un numero elevato di infortunati e una buona dose di sfortuna. Infine, pareggio 1-1 nel posticipo di lunedì tra Genoa ed Empoli (vantaggio ligure con Bertolacci, pareggio dei toscani con Tonelli, difensore goleador). Prima della gara, i giocatori sono scesi in campo con magliette solidali per gli alluvionati di Genova.

LA CLASSIFICA – Questa la classifica dopo la 7/a giornata di Serie A
1. Juventus 22
2. Roma 21
3. Sampdoria 15
4. Milan 14
5. Udinese 13
6. Lazio 12
7. Napoli 11
8. Hellas Verona 11
9. Inter 9
10. Genoa 9
11. Fiorentina 9
12. Torino 8
13. Empoli 7
14. Atalanta 7
15. Cesena 6
16. Palermo 6
17. Cagliari 5
18. Chievo 4
19. Sassuolo 4
20. Parma 3
Francesco Carci

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply