venerdì, 19 Luglio, 2019

Sisma Nord Italia: il presidente dell’Ingv all’Avanti!: «Terremoto di 5.2 magnitudo e con ampio risentimento»

0

Terremoto-Emilia-Toscana-Lombardia«Il terremoto è avvenuto in provincia di Lucca e La Spezia e ha avuto un ampio risentimento. L’orario è stato delle 12.33 e la magnitudo di circa 5.2 magnitudo. In particolare l’epicentro della prima scossa è stato registrato a Fivizzano, comune in provincia di Massa e Carrara» ha dichiarato all’Avanti! Stefano Gresta, presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). «Vi sono state poi una serie di repliche che stiamo localizzando. È fisiologico che dopo una scossa di questo tipo ve ne siano altre, le cosiddette “scosse di assestamento”» ha reso noto Gresta. Il sisma è stato avvertito anche in Liguria, Piemonte e Veneto: alcune scosse, lievi, sono state infatti sentite anche a Milano, Firenze, Livorno, Versilia, e ai piani alti delle abitazioni a Torino.

CROLLI IN LUNIGIANA – Secondo le prime informazioni della protezione civile della provincia di Massa Carrara, in Lunigiana, in particolare a Fivizzano e Casole, il sisma avrebbe provocato il danneggiamento di alcune abitazioni, i cui tetti sarebbero crollati a causa della scossa.  «Solo danni e non feriti al momento» ha precisato il presidente della Provincia di Massa, Osvaldo Angeli, che si trova nella sala operativa della Protezione civile dove, in un primo momento, si era parlato di un ferito a Posterla.

LA REAZIONE DELLA GENTE – A Carrara e a Marina di Carrara molte persone hanno abbandonato le loro abitazioni. Il terremoto è stato avvertito anche lungo la costa toscana, anche a Livorno e a Pisa ove, per motivi precauzionali, è stato evacuato il Consiglio comunale a Lucca, riunito a Palazzo Gambacorti. Anche il Palagiustizia di Lucca, che ospita Procura e Tribunale, è stato fatto evacuare, così come alcune scuole e uffici comunali a Empoli.

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply