lunedì, 18 Novembre, 2019

Sogin. Al via il concorso
per il ‘Parco tecnologico’

0
L'impianto del Garigliano

L’impianto del Garigliano

Un progetto da oltre 150 milioni di euro. È l’investimento stimato per la costruzione del “Parco Tecnologico”, l’opera pubblica connessa al Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi. Il Parco Tecnologico, la cui realizzazione è prevista e disciplinata dal decreto legislativo n.31 del 2010, dovrà essere un centro di ricerca e di alta formazione, a livello internazionale, nel campo della gestione e del trattamento dei rifiuti radioattivi e dello smantellamento degli impianti nucleari. “In nessun altro Paese – assicura la Sogin in una nota – esiste un centro di ricerca abbinato ad un deposito di rifiuti radioattivi. Con il progetto di Parco Tecnologico saremo i primi al mondo. Questa infrastruttura – precisano dall’azienda – dovrà favorire lo sviluppo socio-economico della comunità e del territorio che ospiterà il deposito”.

IL BANDO DI CONCORSO –  Al concorso di idee potranno partecipare architetti ed ingegneri, in forma singola o associata, regolarmente iscritti agli albi dei rispettivi ordini professionali. Un’apposita sezione è dedicata agli studenti universitari delle facoltà di tipo tecnico (architettura ed ingegneria), non in possesso di alcun requisito tecnico, economico e professionale. L’obiettivo è quello di acquisire una proposta ideativa che definisca un “Modello d’intervento” per la realizzazione del Parco e delle aree intorno ad esso, per mettere a disposizione della comunità ospitante una struttura fortemente attrattiva e di alto significato tecnologico. I partecipanti potranno sviluppare le soluzioni liberamente, rispettando tuttavia i limiti perimetrali dell’area d’intervento e la conformazione tipo del territorio.

235 MILA EURO DI PREMI – Nella Sogin-OfficinaFuturocategoria ‘Professionisti’ saranno premiati i 10 migliori “modelli di intervento”. Al vincitore verrà attribuito un premio di 50 mila euro, mentre i restanti 9 riceveranno un premio di 20 euro euro ciascuno. Per la sezione ‘Studenti’, sarà riconosciuto un rimborso spese di 1.000 euro ciascuno alle 5 migliori idee. Le proposte verranno  valutate da una commissione giudicatrice composta da sette membri (cinque effettivi e due supplenti), scelti tra funzionari interni a Sogin e professionalità esterne. Gli elaborati dei 10 Professionisti e le 5 migliori proposte degli Studenti saranno esposti durante gli eventi che si svolgeranno nel corso della consultazione pubblica prevista dall’iter di localizzazione del Deposito Nazionale e Parco Tecnologico. I candidati potranno presentare i progetti entro le ore 15 del 30 ottobre 2015. L’avviso del Bando di Concorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e su quattro quotidiani a diffusione nazionale, è disponibile anche sul sito di Sogin, nella sezione “Bandi di gara”.

Pier Paolo Palozzi

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply