venerdì, 4 Dicembre, 2020

Spagna, arriva l’IMV, misura per contrastare la povertà

0

«El Ingreso Mínimo Vital es una medida: histórica en nuestro país. Revolucionaria de nuestro sistema social». Con queste parole, fissate in un tweet sulla pagina ufficiale del PSOE, il partito socialista spagnolo, esulta per una misura approvata alla fine di maggio e che entrerà in vigore il prossimo 15 giugno. l’IMV (Ingreso Mínimo Vital) è un intervento strutturale volto a contrastare la povertà nel paese iberico. Questa misura era sta già inserita nell’accordo di governo nel dicembre 2019 tra i Socialisti e Unidos Podemos, l’emergenza sanitaria e il lockdown ne hanno accelerato l’approvazione e tra pochi giorni i cittadini spagnoli, oltre alle diverse misure regionali già esistenti e che rimarranno comunque attive, potranno usufruire di uno strumento valido su tutto il territorio nazionale.

Dovrebbero beneficiare di questa misura circa 1 milione di famiglie in difficoltà economica e quasi 3 milioni di persone, l’IMV non sarà come il reddito di cittadinanza italiano perché non verrà vincolato all’obbligo di cercare attivamente un lavoro. 462 euro a persona, con un massimo de 1.015 euro per unidad familiar a chi ha un una situazione di reddito veramente difficile. Questo sussidio potrà essere richiesto anche dagli stranieri residenti in Spagna e iscritti regolarmente all’Aire, oltre ad avere una particolare attenzione sociale: chi ha subito torture, sfruttamento sessuale e violenza di genere avrà un canale d’accesso facilitato e una maggiore flessibilità dei requisiti per accedervi.

Agirà inoltre per contrastare la povertà infantile assegnando la maggior parte del sostegno ai figli a carico. Fino a qui una breve descrizione de l’IMV, per i risultati invece, dovremo aspettare i prossimi mesi per capire se l’Ingreso Mínimo Vital è stato uno strumento efficiente e sostenibile. Il governo spagnolo di coalizione di Pedro Sánchez, socialista, di sinistra e progressista, sarà il primo paese del sud europeo a sperimentare una prestazione sociale di questo tipo.


Daniele Coltrinari

è autore e fondatore di Sosteniamo pereira (www.sosteniamopereira.org) rivista di politica e cultura. Ha pubblicato C’era una Volta in Portogallo (Tuga Edizioni, 2016), un libro di ciclismo, viaggi e avventure.

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply