giovedì, 25 Febbraio, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Spavento per la mutazione del covid

0

Poche ore fa, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha annunciato su Facebook lo stop ai voli (in altri tempi si usava fare i comunicati stampa). Il ministro ha scritto: “Il Regno Unito ha lanciato l’allarme su una nuova forma di Covid che sarebbe il risultato di una mutazione del virus. Come Governo abbiamo il dovere di proteggere gli italiani, per questa ragione, dopo aver avvisato il Governo inglese, con il ministero della Salute stiamo per firmare il provvedimento per sospendere i voli con la Gran Bretagna. La nostra priorità è tutelare l’Italia e i nostri connazionali”. Poi, a Che Tempo che Fa, ha detto: “Chiederemo il coordinamento dell’Unione Europea per fronteggiare la nuova variante”.

Dopo l’Italia, anche la Germania fermerà da mezzanotte i collegamenti aerei con il Regno Unito, per questa notizia della diffusione senza controllo della nuova mutazione del Covid.

Una fonte del governo tedesco avrebbe spiegato: “Questa decisione, che potrebbe essere adottata da tutta l’Unione Europea sarà formalizzata nelle prossime ore. I Paesi europei stanno discutendo parallelamente una risposta comune sui collegamenti marittimi, ferroviari e stradali con la Gran Bretagna”.
Secondo il quotidiano tedesco Bild, Berlino vieterà anche i voli da e per il Sudafrica “a causa delle mutazioni più aggressive del coronavirus riscontrate in entrambi i Paesi”.
Secondo quanto si è appreso da Bild: “E’ anche certo che l’Ue seguirà l’esempio e deciderà misure ancora più ampie: all’inizio della settimana interromperà tutto il traffico di passeggeri da e verso il Regno Unito, anche via mare e su rotaia, il che significa porti e Eurotunnel chiusi per gli inglesi”.

La mutazione del virus in Inghilterra sta spaventato l’Unione europea. Oggi alle 11 si è tenuto un vertice straordinario dei Paesi Ue. La presidenza tedesca dell’Unione Europea ha invitato i rappresentanti dei Paesi membri ad una riunione d’emergenza del meccanismo di risposta alla crisi (Ipcr). In agenda: “coordinamento della risposta alla nuova variante del coronavirus nel Regno Unito”, come ha twittato il portavoce della presidenza tedesca, Sebastian Fischer.

Dopo la Germania è arrivato anche lo stop dell’Austria. Il ministro degli Esteri, Alexander Schallenberg, citato dall’agenzia Apa, ha avvertito: “Dobbiamo evitare a ogni costo l’introduzione di questa pericolosa mutazione del virus”.
Da mezzanotte, anche la Francia ha sospeso tutti gli arrivi dalla Gran Bretagna per 48 ore. Il provvedimento riguarda voli, collegamenti marittimi e l’Eurotunnel. Durante queste 48 ore, le autorità sanitarie devono concordare un nuovo regime di test in collaborazione con i partner dell’UE.

Prima di tutti sono stati l’Olanda ed il Belgio a bloccare i collegamenti con la Gran Bretagna.
Il ministro della Salute britannico, Matt Hancock, ha ammesso che la diffusione della mutazione del virus nel Regno Unito è fuori controllo. Proprio per questo, Hancock ha lanciato un appello al rispetto delle nuove restrizioni da parte della popolazione, accusando di irresponsabilità tutti quei numerosi londinesi che sabato scorso si sono messi in fila in strada e in treno in un maxi esodo dal regime di lockdown introdotto per contenere l’avanzata della pandemia. Il ministro inglese ha detto: “Il miglior regalo che potete fare a Natale è rimanere a casa e non diffondere il virus”.
Secondo l’Independent, il record di ieri dei nuovi casi di Covid-19 in Gran Bretagna è frutto anche dell’accelerazione di contagi portata dalla nuova versione del virus, che avrebbe fatto aumentare i contagi del 50% in una settimana.
In una intervista ad ABC, Brett Giroir, l’assistente del segretario alla Sanità americano, ha detto: “Al momento gli Usa non hanno bisogno di sospendere i voli dalla Gran Bretagna. Davvero non credo ci sia immediato bisogno, non ci sono ancora motivi di allarme per il nuovo ceppo di coronavirus scoperto in Gran Bretagna”.
Per lo stesso problema, negli Stati Uniti vengono adottate misure diverse, quasi opposte a quelle adottate nell’Unione europea. Le persone restano disorientate e si chiedono quali sono le giuste misure da applicare.

La ‘lezione’ del Covid dimostra la potenza del virus e la debolezza degli uomini che per salvarsi dal virus perdono anche la libertà dai bisogni.

 

Salvatore Rondello

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply