giovedì, 22 Agosto, 2019

SummerMela, ritorna il festival di arte e cultura indiana

0

Momento di celebrazione e occasione unica in Italia per condividere e comprendere la cultura indiana nelle sue più antiche e raffinate tradizioni, ma anche nelle sue espressioni contemporanee, declinate da grandi interpreti della cultura, della musica e della danza indiana, il Festival SummerMela ritorna a Roma per le settima volta con un calendario di appuntamenti che si terranno dal 21 giugno al 13 luglio.

Il Festival apre venerdì 21 giugno, in occasione di una duplice celebrazione: l’International Day of Yoga e la Festa della Musica, e lo fa in un luogo simbolo della città eterna come Piazza del Campidoglio con un concerto aperto a tutti di musica classica hindustana raagdari di Partho Sarothy, grande virtuoso del sarod, allievo e a lungo collaboratore del celeberrimo Ravi Shankar. Saroty sarà accompagnato da Ashis Paul alle tabla.

Partho Sarothy è uno dei più importanti musicisti indiani contemporanei, i suoi virtuosismi esplorano i raga in un continuo esercizio di armonia e tranquillità e il suo approccio meditativo eleva la musica a livelli altissimi per intensità e profondità.

Il concerto, che inizierà alle ore 20:00, sarà preceduto, a partire dalle 6 del pomeriggio, da una Sessione Yoga a cura dell’Ambasciata dell’India a Roma.

Il Festival prosegue giovedì 27 giugno al Palazzo Rospigliosi di Zagarolo, alle ore 20.30, con lo spettacolo di danza Yadhti, interpretato dalla bravissima Hemabharathy Palani, dell’Attakkalari Movement, dove si intrecciano diversi stili: Indiana contemporanea, Kalarippayattu e Kuchipudi. In questo spettacolo Hemabharathy Palani tratteggia il ritratto multi sfaccettato di una donna attraverso l’evocazione di memorie e aneddoti vissuti da altre donne che hanno scelto un percorso di vita alternativo. In un susseguirsi di immagini di amore, gelosia, conflitto e catarsi,

Hema interpreta un monologo danzato creando nuove idee coreografiche attraverso un linguaggio originale che coniuga il vocabolario espressivo delle danze tradizionali indiane al linguaggio dell’improvvisazione della danza contemporanea. Yashti è un brano poetico, crudo e onesto; nella singola voce della protagonista sentiamo riecheggiare verità e prospettive multiple. Hemabharathy Palani terrà anche una masterclass di danza indiana (25-27 giugno) a Palazzo Rospigliosi a Zagarolo, realizzata in collaborazione con Istituzione Palazzo Rospigliosi e Associazione Gamaka.

Il 4 luglio all’Accademia Filarmonica Romana si esibiranno, in un concerto di musica Khajal, il celebre maestro bengalese di canto classico Supriyo Dutta alla voce, e l’affermato talento di Sabir Khan al sarangi, con Nihar Meta alle tabla. Il concerto si aprirà con un raga eseguito da Sabir Khan accompagnato da Meta, per lasciare poi al sarangi il ruolo di accompagnamento alla variegata performance di Supriyo Dutta, che offrirà un repertorio canoro non solo Khayal, ma anche dei meno noti Thumri, Tarana e Bhajan.

Il finale d’eccezione di questa settimana edizione del festival SummerMela è dedicato al cinema indiano, e inaugura la collaborazione con il River to River Florence Indian Festival. In cartellone, con proiezioni all’Isola del Cinema sull’Isola Tiberina di Roma, due film tra i più acclamati all’ultima edizione del River To River e selezionati anche in occasione dei 550 anni dalla nascita di Guru Nanak, fondatore della religione Sikh. Doppio appuntamento venerdì 12 luglio, alle ore 21:30, con “Manmarziyaan” (Husband Material) di Anurag Kashyap, e sabato 13 luglio, sempre alle ore 21:30 con “3 Storeys” di Arjun Mukerjee. Entrambe le pellicole saranno in versione originale e sottotitolate in italiano e inglese.

Giunto alla settima edizione, SummerMela, direzione artistica di Riccardo Biadene, viene organizzato da Fondazione FIND e Kama Productions, in collaborazione con l’Ambasciata dell’India a Roma, l’Accademia Filarmonica Romana, l’Istituzione Palazzo Rospigliosi di Zagarolo, l’ISMEO (Associazione Internazionale di Studi Sul Mediterraneo e l’Oriente), e Fabbrica Europa. Da quest’anno si è aggiunta la collaborazione con il River to River Florence Indian Festival e L’Isola del Cinema all’Isola Tiberina.

Redazione Avanti!

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply