bce

In evidenza

Draghi è stato chiaro: non ci sarà maggiore flessibilità

Il discorso tenuto dal Governatore della BCE Mario Draghi al simposio annuale dei banchieri centrali di Jackson Hole sembra abbia preoccupato i politici tedeschi se, stando ad indiscrezioni stampa (vedi rassegna stampa), prima il Ministro delle Finanze tedesco Wolfang Schauble e poi addirittura la stessa Cancelliera Angela Merkel avrebbero chiamato Draghi per chiedergli se vi fossero cambiamenti negli indirizzi della politica monetaria della Banca Centrale Europea. In particolare il timore …

In evidenza

Credit crunch, il freno della ripresa

Il n. 1/2014 di “Economia Italiana”, periodico di Unicredit, è dedicato quasi per intero all’approfondimento del futuro manifatturiero italiano. Di particolare interesse è l’introduzione al tema di Paolo Guerrieri, cui seguono, “in controluce”, le riflessioni integrative di Reiner Masera e di Giandomenico Piluso. Guerrieri, dopo aver sottolineato che l’industria italiana è il comparto produttivo che maggiormente ha risentito della crisi, sia nella componente manifatturiera, che in quella …

In evidenza

La camicia di Nesso: austerità e bassa crescita

L’austerità alla quale sono stati sottoposti molti Paesi dell’eurozona dopo la crisi scoppiata nel 2007/2008, autorevoli economisti, come Paul Krugman e Joseph Stiglitz (tanto per citarne due al di sopra di ogni sospetto), sostengono che è stata controproducente, in quanto ha provocato effetti recessivi e farà crescere il debito pubblico in rapporto al PIL. Questa tesi è sostenuta in modo particolare da Krugman che, sulla scorta delle rilevazioni del Fondo Monetario Internazionale (FMI), ha …

Approfondimento

Le bugie che mettono
a rischio l’Europa

Trentatré false verità sull’Europa. Sono quelle che svela Lorenzo Bini Smaghi nel suo ultimo libro, recentemente presentato alla Camera dei Deputati e che ha costituito l’occasione per un dibattito sull’Europa, in cui sono intervenuti Gennaro Migliore di SEL, Sandro Gozi del PD e Michele Boldrin di ‘Fare per fermare il declino’. Un libro che l’autore ha scritto come forma di impegno civile, per contrastare il dilagante populismo. Il rischio infatti è che l’Italia esprima alle prossime …

Approfondimento

La deflazione è un rischio, ma qualcosa si può fare

Alberto Bisin, economista italiano, professore alla New York University ed editorialista del blog “NoiseFromAmeriKa”, su “la Repubblica” dei giorni scorsi ha evocato la possibilità che sull’Italia stremata dall’austerità possa incombere la minaccia di un fantasma che si aggira per il mondo industrializzato in crisi, la deflazione. Lo ha fatto innanzitutto evocando gli effetti negativi del fenomeno della deflazione, sottolineando che essa ha esiti perversi, soprattutto sul piano …

Esteri

Berlino per salvare l’Europa
vuole meno Europa

Tra i “nemici” dell’Europa devono essere annoverati i tedeschi; essi, pur non apparendo tra gli oppositori di quelli che per salvare l’Europa vogliono “più Europa” e pur non mettendo in dubbio che l’idea unitaria del vecchio Continente abbia garantito la pace nelle relazioni tra Paesi tradizionalmente litigiosi, pensano che ormai le preoccupazioni che affliggevano gli europei all’indomani della fine della seconda guerra mondiale, sia acqua passata. Le incomprensioni che sono emerse …