centrodestra

In primo piano

RICUCIRE

Il centrodestra si impone in 16 comuni (Alessandria, Asti, Frosinone, Rieti, Como, Gorizia, La Spezia,…

Economia

“Decreto del fare”, apprezzamento bipartisan: «L’esecutivo proceda in questa direzione»

Esaminato e approvato ieri pomeriggio dal Consiglio dei ministri, il cosiddetto “decreto del fare” piace sia a destra che a sinistra. Commenti di apprezzamento sono infatti stati espressi sia dal leader del Pdl, Silvio Berlusconi, sia dal segretario del Pd, Gugliemo Epifani. Il decreto, che prevede misure urgenti per il rilancio economico del Paese, è stato definito dal Cavaliere un «grande risultato» e un «fatto epocale: l’intesa tra destra e sinistra dopo decenni di contrasti, che io spero…

Approfondimento

Legge stabilità, slittato a questa mattina il via libera della Camera. Il Pd al centrodestra: «Volete allungare la legislatura»

Tra annunci di imminenti dimissioni, presunte candidature, liste da presentare e alleanze da stringere, in vista delle prossime elezioni politiche, la legge di stabilità non ha ancora concluso il suo iter parlamentare. È infatti rimandato a questa mattina il placet di Palazzo Madama: il testo, fino a ieri pomeriggio, era ancora in Commissione Bilancio della Camera che ne esaminava gli emendamenti. Lo slittamento a oggi ha provocato uno scontro tra Pd e Pdl, in particolare tra i capigruppo dei…

Economia

Berlusconi: «Lo spread non importa», ma Squinzi lo bacchetta. Per i sondaggi è finita l’era del Cavaliere

«L’anticipo delle elezioni dovuto alle dimissioni di Monti è risibile perché si tratta di poco più di un mese, quindi non c’è una ragione vera per la quale i mercati si debbano agitare. Per quanto riguarda lo spread, ma smettiamola di parlare di quest’imbroglio, di spread non si era mai sentito parlare, se ne è sentito parlare soltanto da un anno e che cosa ci importa di quando (quanto? ndr) gli interessi che il nostro debito pubblico paga a chi investe nei nostri titoli rispetto a quello che…

Esteri

Primarie centrosinistra, Bersani: «Regole approvate all’unanimità. Non si cambiano»

“Ci sono delle regole che abbiamo approvato, all’unanimità, non si cambiano le regole in corsa”, le primarie “sono aperte ma non sono un porto di mare, stiamo facendo una cosa seria”. Non usa mezzi termini il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, nel replicare alle polemiche dei renziani sulle regole per il voto in vista del ballottaggio. “Non penso che nuove regole sarebbero a mio svantaggio, ma non voglio contrattarle. Abbiamo un comitato dei garanti, non mettiamoci a rifare la costituzione…