ciclismo

Storie tese
0

2 gennaio 1960:
muore Fausto Coppi

Il 2 gennaio del 1960 Fausto Coppi, all’età di 40 anni, si spegne alle 8.45 all’ospedale di Tortona. Sulla morte del Campionissimo, trascorsi 54 anni, sono ancora molti i perché e restano aperte una infinità di domande. Ma è ormai appurato che la tragedia si consumò per un errore dei medici che sbagliarono la diagnosi ritenendo che Coppi fosse afflitto da una influenza più robusta del solito. I dottori somministrano al paziente antibiotici e cortisonici, ma il Campionissimo, che in realtà ave…

Economia
0

Toscana 2013. Nencini: «Organizzazione formidabile e bella partecipazione»

A salire sul podio, non è solo il vincitore portoghese Rui Costa, ma anche la manifestazione stessa: il campionato mondiale di ciclismo, conclusosi ieri in Toscana, ha infatti rappresentato uno tra i principali eventi, secondo solo alle Olimpiadi e ai mondiali di calcio. A testimoniarlo sono i numeri che, con chiarezza e precisione, raccontano una manifestazione da record: quasi ottomila gli accreditati a diverso titolo da 113 Paesi differenti. Alle premiazioni ha partecipato anche Riccardo…

Sport
0

Bartali, Nencini: «Libertà e giustizia che correvano in bicicletta»‏

«Gino Bartali fu un uomo coraggioso, un numero uno, un “uomo giusto”. Sulle due ruote e nella vita». Questo il commento di Riccardo Nencini, segretario del Psi, presidente del Comitato d’onore dei campionati mondiali di ciclismo che si svolgono in questi giorni in Toscana, nel giorno in cui il campione di ciclismo, Gino Bartali, viene nominato “Giusto tra le nazioni” dallo Yad Vashem, il memoriale della Shoah di Gerusalemme. «Non fu certo un “eroe per caso”» prosegue Nencini, riferendosi a ….

Esteri
0

Giro dell’Africa su due ruote

Oltre a rotolare palloni, in Africa gira anche qualche ruota. Si potrebbe commentare così, dopo la conclusione della Coppa d’Africa di calcio, vinta a sorpresa dallo Zambia, la notizia data dalla Misna, l’agenzia on line dei missionari cattolici, della partenza da Lagos, in Nigeria, dell’Ecowas International Bycicle Tour, un giro ciclistico che attraverserà cinque Paesi dell’Africa occidentale, appunto Nigeria, Benin, Togo, Ghana e Costa d’Avorio.