Femminicidio, un’altra donna muore uccisa dall’ex compagno. Locatelli (Psi): «Avviare subito azioni di contrasto»

FemminicidioUn nuovo caso di violenza estrema di un uomo contro una donna. L’ennesimo episodio in cui la vittima ha cercato di preservare la sua vita, nel pieno della sua libertà di scegliere altro, chiedendo aiuto. Aiuto che fino alla morte non è mai arrivato. A uccidere, come sempre troppo spesso succede, è un compagno, un marito, la persona della quale ci si dovrebbe più fidare. In molti casi, un ex. Ma in questa circostanza per caso si intende una risposta mai arrivata, a quell’aiuto tanto richiesto. L’ennesimo femminicidio si è consumato a Villagrazia, in provincia di Palermo: una giovane donna è stata uccisa a coltellate dal suo ex convivente con il quale, due anni fa, aveva avuto un bambino. E che aveva denunciato per stalking non una, ma sei volte. Pia Locatelli, deputato Psi nonché presidente onorario dell’Internazionale Socialista Donne l’ha definito un femminicidio «doppiamente doloroso: perché ancora una volta ci troviamo di fronte a una morte inaccettabile, frutto di quel “machismo criminal” che non ammette rifiuto, e perché ancora una volta lo Stato e le Istituzioni sono stati incapaci di impedirla».  Continua a leggere