crisi Governo

In primo piano

BENSERVITO

I ringraziamenti a Letta si sono davvero sprecati, fioccavano come neve. Durante la direzione PD…

Approfondimento

La politica è entrata in cortocircuito

Il senatore Macaluso: «Nel Pd demenza politica generalizzata. Spero prevalga la saggezza perché dopo il Pd c’è il baratro». Per Sandro Bondi, intervistato da Il Foglio, la “storia italiana” iniziata dal Cav più di vent’anni fa è, ormai, agli ultimi spasimi: «Finisce male», dice Bondi, perché «dietro Berlusconi non c’era niente. In questi anni non abbiamo costruito nulla di umanamente e politicamente solido o autentico». Un epitaffio inaspettato più per la fonte che per il contenuto. Diventerò…

Approfondimento

Spread a 360. Con il ritorno di Berlusconi l’Italia mette a rischio la sua credibilità

Nel suo ultimo rapporto l’agenzia di rating Standard & Poor’s ha confermato il giudizio sull’affidabilità dell’Italia, pari a BBB+, ma, nonostante le politiche messe in atto dal Governo Monti, ha anche lasciato immutate le prospettive negative per il nostro Paese. L’agenzia ha riconosciuto al Governo Monti il merito di aver consolidato i conti pubblici, anche se facendo ricorso soprattutto a nuove tasse piuttosto che a tagli di spesa pubblica, e di aver compiuto una serie di riforme…

Economia

Crisi di governo: condanna alla scelta di Berlusconi. Nencini (Psi), «Silvio come Dallas, sarà un flop»

Non bastavano i problemi che affliggono il Paese. Come dice il proverbio, infatti, “le disgrazie non vengono mai sole”. Ad aggravare il quadro ci si mettono, infatti, anche i capricci senili del Cavaliere che punta i piedi per terra, strilla e sbraita. Dopo le dimissioni annunciate dal presidente del Consiglio Mario Monti, infatti, Silvio Berlusconi vuole ancora giocare al grande capo e sentirsi al comando della nave che ha contribuito a far affondare. Per questo convoca tutto lo stato…

Esteri

Dopo l’addio di Monti si teme l’effetto spread. Le tre ipotesi del professore

Un passo alla volta, perché ogni giorno ha la sua pena e in queste ore di pre-crisi bisogna muoversi con i piedi di piombo. Ufficialmente tace il premier Mario Monti. Cauto, cautissimo appare Giorgio Napolitano. Perché è arrivato il giorno “del giudizio” (finanziario) e tutti potranno testare la tenuta dei mercati, l’andamento del temutissimo spread e, più in generale, la fine dell’effetto Monti’. Giorgio Napolitano, dopo aver partecipato al concerto di Natale, non si sbottona sull’evolversi..

Esteri

Il “brusco” ritorno del Cav agita la stampa estera

Lo ‘strappo’ del Pdl, il ritorno in campo di Silvio Berlusconi e i rischi per la tenuta del governo guidato da Mario Monti trovano ampio spazio sulla stampa internazionale. “Silvio’s rude return” – “il brusco ritorno di Silvio”- e’ il titolo del commento del Financial Times, per il quale “Monti non dovrebbe scendere a compromessi con il suo screditato predecessore”. I toni usati dal quotidiano finanziario sono molto duri nei confronti dell’ex premier. Dopo aver ricordato che l’escutivo…