deficit

In evidenza
Di

L’Fmi rialza stime sul Pil. Istat: “Ancora deflazione”

Il Fmi vede al rialzo le stime di crescita dell’Italia per l’anno in corso: +0.5%, una stima alzata dello 0.1% rispetto all’aggiornamento dello scorso gennaio, e comunque inferiore rispetto a quelle del governo italiano che prevedono un +0,7% nel 2015 e un +1,4% nel 2016. Secondo l’Istat l’Italia resta in deflazione, sale il carrello della spesa: i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona diminuiscono dello 0,2% rispetto a febbraio e crescono dello 0,8% su base annua…

In evidenza
Di

Ue: bassa la crescita italiana, migliora il deficit

La Commissione europea ha aggiornato le previsioni macroeconomiche: nel 2015 il deficit italiano si ridurrà, attestandosi al 2,6% del Pil e al 2% nel 2016. Resta invariata la stima sulla crescita del Pil, +0,6% nel 2015, ma è al rialzo la stima nel 2016, +1,3% (da +1,1% dello scorso novembre). In aumento le difficoltà sul mercato del lavoro, secondo Bruxelles, infatti, la disoccupazione prevista è in aumento al 12,8% nel 2015. A livello europeo ci sarà una crescita “moderata” di tutte le …

Esteri
Di

Istat, su i redditi famiglie, ma consumi fermi

Deficit/Pil al 3,5%, pressione fiscale in aumento, crescita del reddito disponibile ma consumi ancora al palo. Questo lo scenario tratteggiato dai dati diffusi dall’Istat per il terzo trimestre del 2014. L’istituto di statistica segnala innanzitutto che il rapporto tra deficit e Pil nell’ultima parte dell’anno scorso è salito di 0,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2013 e ha raggiunto il 3,5%. Nei primi nove mesi del 2014 il rapporto è stato del 3,7%, peggiore di 0,3 punti …

In evidenza
Di

PIL in Europa, l’Italia cresce meno di tutti

“Il peggio è passato ma la crisi ancora non è finita”, l’agenzia internazionale S&P ritiene che si sia aperta una “nuova fase” della crisi dell’Eurozona. L’Italia, più di tutte, arranca ancora, il debito pubblico nostrano è salito al 133,8% del Pil nel secondo trimestre del 2014, attestandosi a 2.168,855 miliardi di euro. Un balzo indietro, come rileva Eurostat, rispetto al 130,7% del Pil (ovvero 2.120,488 miliardi) registrato alla fine del marzo scorso.
Eurostat rileva che, al netto dei dati…

In evidenza
Di

Draghi: la ripresa sarà una ripresina

“Capisco i motivi della protesta data la debole situazione dell’economia italiana ma se guardiamo al passato la colpa della crisi non è della Bce: tre anni fa prima dell’intervento Bce il sistema finanziario era al collasso”. Lo dice Mario Draghi, presidente della Bce in conferenza stampa al termine della riunione mensile del Consiglio direttivo.

L’attesa per la riunione della Bce, che per la prima volta nella sua storia si è svolta a Napoli, era in effetti tutta centrata sui dettagli…