elezioni

Politica
2

Sicilia, Crocetta nuovo governatore. Con tre eletti il Psi torna a palazzo dei Normanni

Membro della segreteria nazionale del Psi, già deputato nell’Assemblea siciliana ed ex sindaco di Erice, il socialista Antonino Oddo rientra dalla porta principale a Palazzo dei Normanni. La vittoria di Rosario Crocetta, candidato di Pd-Udc-Psi-Api, segna infatti il ritorno dei socialisti nell’Assemblea della regione siciliana. Nella serata di ieri, dopo lo spoglio di 4292 sezioni su 5308, in Sicilia Rosario Crocetta è al 30.99%, seguito dal candidato del centrodestra Nello Musumeci, al 25.28%..

Approfondimento
7

Il candidato alla Regione Sicilia Rosario Crocetta (Pd): «Ripartiamo da lavoro e legalità»

A meno di dieci giorni dal voto in Sicilia l’attesa per l’esito delle urne cresce e si avverte la concreta possibilità di un cambiamento epocale. Gli ultimi sondaggi danno, seppur di poco, in testa Rosario Crocetta (Pd) appoggiato dal Psi di Nencini, l’Udc di Casini e l’Api di Rutelli. Di poco dietro di lui Musumeci sostenuto dal Pdl, La Destra e dal Pid (Popolari d’Italia Domani). Un ex sindaco antimafia che ha realizzato un cambiamento democratico e dal basso in una città difficile come…

Politica
2

Cinquecento comitati socialisti per Bersani

Il Psi si prepara alle primarie. Nella mattinata di ieri, il segretario Riccardo Nencini ha convocato i segretari regionali e i segretari delle federazioni provinciali del partito insieme ad i sindaci e agli amministratori per mettere a punto la macchina del Psi in vista dell’appuntamento previsto per il prossimo 25 novembre. Una riunione operativa per fare il punto e organizzare le prossime settimane, momento cruciale per la buona riuscita delle consultazioni che decideranno il candidato…

Esteri
0

Formigoni, elezioni entro Natale. Maroni: «Se le primarie sono di coalizione, ci sto»

«Tempo scaduto, Formigoni dimettiti». Con questo slogan è stato accolto il governatore della Lombardia prima della conferenza stampa. Formigoni ha però ribadito di non avere nessuna intenzione di lasciare, anzi è tornato alla carica, avvisando: «Sarò in campo. A me non mi rottama nessuno». Di parere contrario, il segretario federale della Lega, Roberto Maroni secondo cui è la Lombardia stessa ad essersi «auto-rottamata perché dopo aver scoperto che c’é un assessore arrestato (Domenico…

Esteri
1

Continua il braccio di ferro tra Pdl e Carroccio. Formigoni: «Se la Lega non cambia idea al voto molto presto»

Cambiare la legge elettorale, ritornare alle urne entro gennaio e, nel frattempo, ricevere i nomi degli assessori della Lega. Queste le richieste imminenti avanzate dal governatore lombardo, Roberto Formigoni, dopo aver incassato la sfiducia del Carroccio in seguito all’arresto dell’assessore alla Casa della Regione Lombardia, Domenico Zambetti, incastrato da intercettazioni su presunti voti di scambio pagati alla ‘ndrangheta. Per la Lega la presunta presenza dell’associazione mafiosa dentro…

Approfondimento
0

Formigoni vuole elezioni entro 90 giorni. Labellarte (Psi): «Le istituzioni hanno bisogno di essere governate»

Lo aveva già annunciato, lo ha ribadito poco fa: «Se la Lega conferma la sua posizione, non intendo andare avanti. Al voto nei tempi più rapidi possibili». Così si è espresso Roberto Formigoni in conferenza stampa a Milano. Dopo l’azzeramento della Giunta regionale, decisa dopo l’arresto dell’assessore Domenico Zambetti, incastrato da intercettazioni su presunti voti di scambio pagati alla ‘ndrangheta, il governatore della Lombardia conferma la sua intenzione di accelerare i tempi per andare…

In primo piano
0

LA POLVERINI SI DIMETTE E SCARICA IL CONSIGLIO DEFINENDOLO «INDEGNO»

È caduta. Alla fine, dopo l’inversione di marcia di Pier Ferdinando Casini, non ha avuto scelta. «Le dimissioni sono irevocabili» ha detto l’ex presidente della Regione Lazio, travolta dallo scandalo sui fondi per i gruppi regionali. La goccia che ha fatto traboccare il vaso sono state le dichiarazioni dure del cardinal Bagnasco che aveva detto che in Regione Lazio «c’è un reticolo di corruzione». Forse proprio queste parole hanno fatto cambiare idea a Casini che in un primo momento si era…

Economia
0

Alla Festa Socialista di Perugia, il segretario Nencini e il leader dell’Udc Casini

«Credo che Riccardo Nencini stia facendo un lavoro molto serio. Io sono un amico da sempre perché credo che la tradizione del socialismo italiano debba essere valorizzata e abbia ancora molto da dire per il futuro. Il mio auspicio, dunque, è che si possano cercare di vedere i tanti punti che ci uniscono, e ce ne sono tanti». A dichiararlo è stato Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, in esclusiva all’Avanti!, durante il dibattito con il segretario del Psi Riccardo Nencini, che si è svolto…

In evidenza
0

Intervista video del Direttore Giampiero Marrazzo al leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini

Il Direttore dell’Avanti! Giampiero Marrazzo intervista il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini al margine della Festa Nazionale Socialista in corso a Perugia. «Credo che Riccardo Nencini stia facendo un lavoro molto serio. Io sono un amico da sempre perché credo che la tradizione del socialismo italiano debba essere valorizzata e abbia ancora molto da dire per il futuro. Il mio auspicio, dunque, è che si possano cercare di vedere i tanti punti che ci uniscono, e ce ne sono tanti».

Esteri
0

Elezioni Usa 2012, Obama avanti in tre Stati chiave

Le donne e i ‘latinos’ pronti a salvare Barack Obama: a 97 giorni dal voto del sei novembre, il presidente e’ avanti con margini rilevanti rispetto a Mitt Romney in tre stati cruciali come la Pennsylvania, l’Ohio e soprattutto la Florida, da dove passano tutte le speranze di vittoria per i repubblicani. E’ quanto emerge da un sondaggio pubblicato in prima pagina dal New York Times a cura dell’autorevole Quinnipiac University, secondo cui Barack Obama va sempre oltre il 50% e in particolare e’…