euro

Economia
Di

Il Presidente socialista Hollande incontra Monti a Villa Madama

Si rafforza sempre di più l’asse Italia-Francia. Dopo il primo vertice bilaterale del 31 luglio scorso, a Parigi, Mario Monti e il socialista Francois Hollande si sono incontrati ieri pomeriggio a Villa Madama. Il capo del governo italiano e il presidente francese hanno affrontato alcuni temi, in particolare la crisi dell’eurozona, la necessità di completare la Tav e l’allarmante disoccupazione nell’Unione europea. I due leader sono stati affiancati dai due rispettivi ministri dell’Economia

Economia
Di

Draghi avverte: «Inutile scommettere contro l’euro, è irreversibile»

Ribadisce che l’euro e’ “irreversibile”, che un ritorno alla lira o alla dracma non e’ previsto e che verra’ fatto tutto il possibile per la sua salvaguardia. Allo stesso tempo spiega che la Bce puo’ intervenire sui mercati rispettando il mandato e che potrebbe attivare misure non convenzionali. Fra le opzioni allo studio, accanto agli interventi sui mercati dei titoli di Stato, c’e’ la possibilita’ di riprendere i maxiprestiti. Nel corso della conferenza stampa seguita alla riunione del…

Approfondimento
Di

Monti-Hollande: subito misure anticrisi, asse Italia-Francia più forte

È partito dall’Eliseo il tour europeo del capo del governo Mario Monti: accompagnato dal neoministro all’Economia, Vittorio Grilli e dal responsabile delle politiche europee, Enzo Moavero, Monti ha avuto un lungo colloquio con il presidente francese Francois Hollande che ha rilanciato l’impegno per difendere, consolidare e rafforzare la zona dell’euro, sottolineando che è necessario «attuare subito le decisioni» anticrisi adottate all’ultimo vertice europeo del 28 e 29 giugno scorsi. Il primo…

Approfondimento
Di

Mercati: dopo le rassicurazioni di Draghi le borse europee spiccano il volo e lo spread si contrae di 45 punti

Si preannunciava una giornata difficile, quella di ieri, ma in seguito alle dichiarazioni del presidente della Bce, Mario Draghi, le borse europee sono ripartite con slancio dopo gli ultimi giorni caratterizzati da grande volatilità e segni negativi. Milano e Madrid hanno registrato rialzi superiori al 5% mentre lo spread tra i titoli di stato decennali italiani e gli omologhi Bund tedeschi – dopo i record degli ultimi giorni – si è ridotto, attestandosi a 473 punti con rendimenti dei Btp …

Esteri
Di

Crisi, Draghi: «La BCE farà qualunque cosa per salvare l’euro e questo basterà»

Mario Draghi mette le ali. «All’interno del proprio mandato, la Bce è pronta a fare qualunque cosa per preservare l’euro, e credetemi, questo basterà» ha affermato il presidente della Banca centrale nel corso della Conferenza sull’ investimento globale tenutasi a Londra. Proprio come nella tradizione dei benefici draghi alati cinesi, l’intervento del direttore della Bce interviene in un momento difficile per salvare l’impennata dello spread che, ogni giorno di più, sottrae risorse ai …

Esteri
Di

Conto alla rovescia per l’Ue, Christine Lagarde: «Tre mesi per salvare l’euro»

«In meno di tre mesi». Questo il tempo, strettissimo, indicato dal direttore del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, per salvare l’Euro dal baratro. Lagarde ha affermato la necessità di varare, e subito, ulteriori misure per salvare la moneta unica. Insomma, come di consueto, parla chiaro la prima donna della storia ad occupare il posto di direttore dell’FMI: Lagarde rilancia così la ricetta di un altro big della finanza, George Soros, che ha affermato che «le autorità europee…

Politica
Di

Il presidente “falsario” maschera la volata finale da “pazza idea”

Conoscevamo il presidente operaio, quello col bandana e quello col colbacco. Ma il presidente “falsario” tipo Totò ne La Banda degli onesti ci mancava. Perché se la Bce non è la Federal Reserve, nel senso che non può comprare titoli in quantità infinita non potendo stampare una quantità di moneta illimitata, allora che si provveda da soli: «Cominciamo a stampare Euro noi con la nostra Zecca». Berlusconi l’ha chiamata “pazza idea” ma a leggere bene tra le righe si capisce bene che né l’idea né…

Esteri
Di

Ecco perché la Germania vorrebbe che la Bce andasse in guerra disarmata

Il comportamento dei politici tedeschi (e dei paesi del nord ed est Europa che ne condividono le scelte) è in contraddizione manifesta con le proprie parole. E’ impossibile salvare l’Euro (come sostengono di volere) senza dare alla Bce i poteri di prestatore di ultima istanza (facoltà di comperare e vendere a qualunque prezzo e per qualunque quantità i titoli di stato di tutti i paesi dell’area euro) e senza che i paesi in salute aiutino seriamente i paesi malmessi (scelte cui si oppongono…

Approfondimento
Di

Europa: la politica continua a latitare e delegare

I problemi dell’area euro sono problemi politici. Certo, a farli emergere è stata la crisi economica e finanziaria, ma la radice è li. Checcè se ne dica la politica è importante, è fondamentale, nelle società umane è sempre stata presente e sempre lo sarà. Tanti successi dei modelli economici sono associati a precise scelte e gestioni politiche. Si pensi al Giappone del boom che seguiva una politica industriale diretta dallo Stato, alla Cina attuale, la cui crescita si basa di un modello…

Politica
Di

I nodi dell’Euro tornano al pettine

I mercati finanziari oggi registrano i seguenti andamenti: 1) un calo dell’euro verso dollaro e Yen, 2) la riduzione dei rendimenti dei titoli di stato dei paesi ritenuti meno a rischio (Germania, Stati Uniti, Regno Unito) a fronte di un aumento dei rendimenti dei titoli di stato degli altri paesi europei con un conseguente allargamento degli spread contro il Bund tedesco, 3) una forte correzione dei mercati azionari, in calo tra il 2% ed il 4% in Europa e oltre l’1% negli Stati Uniti…

1 8 9 10