Nencini: “Civismo è una realtà di aggregazione”

“I sindaci sono l’ultima frontiera, il principale punto di contatto che abbiamo con la società. E il civismo è una realtà di aggregazione dei cittadini ed è un opportunità che abbiamo, in vista delle prossime elezioni amministrative”. Lo ha detto il senatore Riccado Nencini presso un noto ristorante a Monteroni d’Arbia, in una cena intervista lunedì 3 dicembre, nencini cenaalla quale erano presenti tanti iscritti e di simpatizzanti del Partito Socialista Italiano, tra i quali conosciuti ex amministratori e nuovi e giovani consiglieri, assessori comunali, tutti eletti in rappresentanza dello storico partito. A fronte di una profonda crisi di rappresentanza della sinistra, il Psi ha aperto il suo tesseramento 2018 fino alla fine dell’anno, quindi celebrerà il congresso locale e quello nazionale entro marzo, coinvolgendo iscritti vecchi e nuovi, aprendosi in particolare alle giovani generazioni. La sfida, adesso, è utilizzare l’aspetto evocativo del Psi in una dimensione, al passo con i tempi: si prefigura una nuova alleanza, che vada oltre al partito tradizionale, aperto alle istanze della società, partendo dai bisogni diffusi, senza dimenticare le istanze non solo del classico elettorato di Sinistra, ma anche dei ceti medi impoveriti. Il Psi si rivolge al movimento civico, meno connotato dal punto di vista ideologico, pensando a un soggetto che punti sulla giustizia sociale, capace di rispondere ai veri problemi, che si integri con  la competenza e l’affidabilità dimostrata da tanti amministratori pubblici, anche del Psi. “Il Partito democratico – ha affermato Nencini – ha dimostrato i suoi limiti, è ridotto a una lotta interna. E quando un partito perde il contatto con la società, è l’ora di pensare a qualcosa di diverso”. Critiche sono arrivate nei confronti dell’attuale governo, la cui gestione approssimativa si riversa in un Parlamento nel quale “non si lavora”, dove tutto viene rimandato. Gli appuntamenti elettorali da qui a due anni per i Comuni, le Europee e le Regionali, ci debbono vedere impegnati insieme a liste civiche per contrastare il “vento di destra” che al momento non assicurerebbe la vittoria al Centrosinistra. “Per questo – secondo Nencini – occorre rispondere ad una situazione difficile con lo strumento più efficace, in grado di riprendere contatto con il tessuto sociale, riconquistare consensi”. Il civismo municipalista, dunque, è la risposta possibile. Non a caso era presente all’iniziativa, come osservatore, anche Pierluigi Piccini, che a Siena ha guidato la lista civica “Per Siena”, diventata prima forza in città. Dalle esperienze esistenti e da ciò che resta delle esperienze politiche di Sinistra, dai contatti quotidiani con le persone, con le associazioni, potrà nascere un nuovo soggetto politico.

Libia, terra di nessuno

Libia-immigratiIl caos libico promette di essere la novità della campagna elettorale europea, l’elemento che potrebbe costringere tutti i partiti, e in particolare quelli italiani, ha cambiare la propria agenda. Il perché è presto detto. La stragrande maggioranza, se non quasi la totalità degli immigrati clandestini e dei profughi politici che tentano di raggiungere le coste dell’Italia (il 96% secondo il governo), proviene dalla Libia. Un fenomeno che è cresciuto e che oggi minaccia di diventare un esodo di proporzioni bibliche dopo che nel settembre 2011, venne spodestato e assassinato Moahammar Gheddafi, a conclusione di un potere assoluto durato 41 anni, antitribale, laicizzante, con venature di socialismo reale.

Continua a leggere

Europee. Guerini (PD) annuncia patto federativo col PSI

Pd-Guerini-Europee“Abbiamo siglato un patto federativo” con il Ps in vista delle europee e “in ogni circoscrizione, nelle nostre liste saranno presenti anche esponenti del Psi”. L’annuncio del patto è stata dato nel PD dal vicesegretario, Lorenzo Guerini, nel corso della presentazione questa mattina a Largo del Nazareno della campagna di comunicazione per le europee del 25 maggio. Continua a leggere

Anche l”Europorcellum’ finirà nella spazzatura

EuroporcellumIl primo dei sei ricorsi contro l’‘Europorcellum’ promossi dall’avv. Felice Besostri, uno degli affossatori del Porcellum, sarà discusso insieme con l’avv. Giuseppe Sarno davanti alla Sezione Prima del Tribunale Civile di Napoli. Questo Tribunale ha l’onore di essere il primo in Italia a essere investito di una questione decisa il 26 febbraio dal Tribunale Costituzionale Federale tedesco di incostituzionalità della soglia di accesso del 3% per il rinnovo del Parlamento Europeo. Continua a leggere

PIT STOP PER IL RENZELLUM

Renzellum

La strada non era così liscia come la si voleva far apparire. Andiamo ai fatti: innanzitutto, il giovane Renzi aveva promesso che il dibattito alla Camera si sarebbe concluso entro questa settimana. Così potrebbe non essere, visto che si registra la prima battuta d’arresto in commissione e in Aula ci arriverà solo giovedì anche se non si riuscisse a raggiungere un accordo preventivo. Uno stop che pesa ancor più dopo che il neosegretario democratico era riuscito a “convincere” i suoi a ritirare i tanti emendamenti che avrebbero allungato la marcia e, i più insidiosi, messo a repentaglio l’intero piano. Continua a leggere

IL PD ENTRERA’ NEL PSE
E NON SI SPACCHERA’

PES-PD

«Se c’è un punto di convergenza nel programma di tutti e quattro i candidati alle primarie per la segreteria del PD, bene questo è proprio l’adesione al PSE. Se poi qualcuno immaginava un futuro differente, allora avrebbe dovuto presentarsi come candidato con una piattaforma programmatica diversa». Così il senatore democratico Vannino Chiti, in un’intervista all’Avanti!, fa il punto  sulla polemica, l’ennesima, esplosa in casa PD dopo che il segretario Epifani aveva annunciato che “tra febbraio e marzo” i democratici avranno «l’onore di organizzare a Roma, per la prima volta, il congresso del Pse». Un’altra faglia in un partito che, sempre più, come ricordava il senatore Macaluso in un’intervista di qualche giorno fa sul nostro giornale evidenzia l’eredità di quella «fusione a freddo tra Margherita e Ds» che fu all’origine del PD stesso. Continua a leggere