Fahrenheit 451

Cultura

Scompare Ray Bradbury, l’autore visionario di “Fahrenheit 451” e de “Le cronache marziane”

«Capite ora perché i libri sono odiati e temuti? Perché rivelano i pori sulla faccia della vita. La gente comoda vuole soltanto facce di luna piena, di cera, facce senza pori, senza peli, inespressive». E i libri di Ray Bradbury sempre al confine tra realtà e fantascienza, quel limite molto labile e in alcuni casi impercettibile, mostravano infinite e maestose inquietudini, dolori intergalattici di guerre marziane o terrestri, dimostrando che la vita nello spazio non sarebbe neppure tanto…