Fassina

In primo piano
0

SEDE VACANTE

Niente quorum alla prima votazione. Ma era scontato. I socialisti hanno votato per Emma Bonino.…

In evidenza
0

Quirinale, verso il voto con lo spettro dei 101

Oramai ci siamo. Dopo giorni di nomi e di ipotesi più o meno possibili, la partita del Quirinale sta per arrivare in Aula. Il 29 gennaio il Parlamento in seduta comune comincerà a riunirsi per le votazioni. E se questa volta fosse una donna? Matteo Renzi lascia intendere che il Colle in rosa non gli dispiacerebbe. Ma nomi non ne fa. Il presidente del Consiglio, all’avvicinarsi delle votazioni per il successore di Giorgio Napolitano, intensifica l’attività diplomatica dentro e fuori il suo …

Blog
0

Nebbia fitta sul toto-Quirinale

“Il nostro schema è chiaro: aspettiamo una rosa di quattro nomi dal presidente del Consiglio e dal partito di maggioranza”. Così il grillino Roberto Fico, presidente della Commissione di vigilanza sulla Rai, risponde a chi gli domanda cosa ne pensa dell’offerta di Nichi Vendola di fare insieme un nome per il Colle anti-Nazareno. “Certo – aggiunge – se ci fanno il nome di Amato a noi ci viene da ridere. È chiaro che noi vorremmo dei nomi di personalità garanti e superpartes”. Fico, che …

In evidenza
2

Crollo tesseramento nel Pd, ma Guerini smentisce

“Pd senza base, solo 100mila tessere. In un anno persi 400mila iscritti”. Un articolo di La Repubblica ha fatto fare un salto a tutto il nuovo gruppo dirigente del Partito Democratico e ha dato uno scossone al trono di Renzi, segretario del Pd e Presidente del consiglio: se fosse la notizia fosse vera – e lo si saprà solo tra qualche mese perché il tesseramento di è aperto ad aprile – vorrebbe dire che il trionfo di Renzi è stato costruito sulle macerie di un partito che non c’è più …

In evidenza
0

Riforme. Berlusconi preme sui suoi parlamentari

Dal vertice di giovedì a palazzo Chigi, Renzi e Berlusconi sono usciti con la volontà di confermare gli accordi sulla legge elettorale e sulla cosiddetta riforma del Senato, ma i ‘mal di pancia’ all’interno dei rispettivi partiti e schieramenti sono tutt’altro che passati. E anche l’incontro tra l’ex Cavaliere e i suoi parlamentari ieri pomeriggio non è stato per nulla risolutivo. A parte l’ex direttore del TG1, il senatore Augusto Minzolini (“io un Senato non elettivo non lo voterò mai”), a …

In evidenza
0

Riforme, riscriverle con tutto il Parlamento

“Se il Movimento Cinque Stelle vuole discutere della legge elettorale, tanto meglio. È un provvedimento importante – ha affermato il segretario del Psi Riccardo Nencini – ed è giusto che quando si riscrivono le regole sia presente la coralità del Parlamento”. “Meglio se si potesse apportare qualche limatura”, a esempio “alzare la soglia di sbarramento per accedere al premio di maggioranza” oppure introdurre meccanismi per creare “un rapporto più diretto tra l’eletto e l’elettore”.