LA CANCELLIERI RESTA
SFIDUCIA A VUOTO

CANCELLIERI-Ligresti

«È probabile che, in tutta questa storia, ci sia stato qualcuno che possa aver cercato di fare uno sgambetto al governo». A dirlo è il parlamentare socialista Lello Di Gioia intervenuto in Aula durante il dibattito sulla sfiducia nei confronti della ministra Cancellieri, tentativo abortito perché PDL, PD e Lista Civica hanno confermato il loro sostegno. Cala il sipario sulla battaglia tra “partito delle elezioni” e il “partito del governo” che ha visto consumarsi il suo ultimo atto nel dibattito sulla sfiducia al Guardiasigilli presentata dai pentastellati e sostenuta da SEL e Lega. Continua a leggere

Fonsai, arrestata la famiglia Ligresti: occultato un “buco” da 600 milioni di euro, colpiti 12mila risparmiatori

Ligresti famiglia

E’ stato definito un terremoto. Sono sette le ordinanze di custodia cautelare eseguite dalla GdF di Torino nell’ambito dell’inchiesta su Fondiaria-Sai, compagnia assicurativa che faceva capo alla famiglia Ligresti poi passata sotto il controllo dell’Unipol. Le misure cautelari interessano  proprio i componenti della famiglia Ligresti oltre che alcuni manager che hanno ricoperto posizioni di vertice in Fondiaria-Sai: le accuse vanno dal falso in bilancio aggravato alla manipolazione di mercato. Domiciliari per Salvatore Ligresti, mentre, per due dei suoi tre figli, Jonella e Giulia Maria e’ scattata la custodia cautelare in carcere. Il terzo figlio Gioacchino Paolo risulta ricercato: secondo informazioni della Procura dovrebbe trovarsi in Svizzera e gli inquirenti attendono di conoscere le sue intenzioni. Le ordinanze hanno interessato anche i due ex amministratori delegati, Emanuele Erbetta e Fausto Marchionni, e l’ex vice-presidente pro tempore Antonio Malarico: anche per Marchionni e Malarico sono scattati i domiciliari. Continua a leggere