forza nuova

In evidenza
Di

Utoya, una strage che i socialisti non dimenticano

Tre anni fa la strage di Utoya e di Oslo, 77 persone uccise dalla follia. Sembrava una giornata come le altre. E invece quel 22 luglio 2011 avrebbe sconvolto la Norvegia e il mondo intero. Alle 15.26 una bomba esplose davanti agli edifici del governo di Oslo. Morirono otto passanti. A piazzare l’esplosivo, il nazionalista norvegese Anders Breivik, come si sarebbe appreso in seguito. Ma la sua follia omicida non sarebbe finita lì.

In evidenza
Di

Tintinnare di forconi. Grillo fa proclami eversivi
e con Berlusconi scommette sulla piazza

«Gli esponenti degli organi e dei corpi dello Stato non possono che attenersi ai regolamenti, nessuna giustificazione può essere addotta a comportamenti diversi». È categorico il senatore socialista Enrico Buemi che commenta i fatti di Torino, sua città natale, dove un gruppo di poliziotti sembra essersi tolto il casco per solidarizzare con i manifestanti. Lo scenario è quello delle proteste di piazza del cosiddetto “Movimento dei Forconi”, che stanno prendendo piede in varie parti…