Gentiloni

In evidenza
0

Tunisi. La porta del caos libico

Secondo le ultime ricostruzioni sull’attentato al Museo del Bardo, due degli attentatori tunisini erano stati addestrati in Libia. Così torna a farsi sentire, da parte italiana, il pretesto per tornare a parlare di un Paese che si affaccia sul mediterraneo, che vive nel caos dalla cacciata di Gheddafi e in cui l’Italia ha molti interessi, non solo strategici: nel territorio libico l’Eni produce 350mila barili di petrolio al giorno e dove solo lo scorso anno ha estratto 4,3 miliardi di metri …

In evidenza
1

Libia, Haftar affonda l’ONU e chiede armi all’Italia

Riprendono domani 11 marzo a Rabat, in Marocco, i negoziati mediati dalle Nazioni Unite tramite l’inviato Bernardino León che per mettere fine al caso in Libia riproporrà ai due schieramenti politici – i ‘laici’ del governo di Beida guidato da Abdullah Al Thinni e gli islamisti di Tripoli rappresentati dall’esecutivo di Omar Al Hassi – un accordo per la formazione di un governo di unità nazionale. La soluzione diplomatica non appare però a portata di mano, anzi. Da Tobruk il generale …

In evidenza
0

Libia. Fabbri: Italia faccia subito guerra agli scafisti

Ucraina, Libia, Isis, immigrazione. La politica estera è di attualità. La Francia utilizzerà la portaerei De Gaulle contro i mujaeddin dell’Isis confermando la sua attitudine a muoversi subito e da sola. Una mossa che non induce alla tranquillità visti i precedenti, disastrosi per le conseguenze, dell’offensiva di Sarkozy contro Gheddafi. Alla crisi libica si affianca il dramma dell’immigrazione clandestina. Ne abbiamo parlato con Fabio Fabbri, già ministro della difesa del governo Ciampi …

1 5 6 7