ISIS

In evidenza
1

Isis. La risposta dal Vertice di Parigi

L’Occidente passa dalle parole ai fatti. Dopo il vertice Nato in cui si auspicava una soluzione alle minacce del terrorismo targato Isis, torna a farsi largo la soluzione militare a Parigi, al vertice che ha visto protagonista un Hollande risolutivo, “Non c’è tempo da perdere”, ha affermato il Presidente francese alla Conferenza internazionale di Parigi. Il vertice che ha riunito le delegazioni di 25 Paesi più quelle di Onu, Ue e Lega Araba per definire la strategia contro l’offensiva …

In evidenza
0

Isis, è sfida senza precedenti

L’Italia, con altri nove Paesi della Nato nell’ultimo vertice che si è svolto a Newport, ha deciso di dare il suo contributo per combattere la minaccia dell’Isis di cui ha riferito il ministro degli interni Alfano in un’informativa alla Camera. Il terrorismo di matrice religiosa dell’Isis – ha spiegato – “veste anche abiti europei, lanciando una sfida senza precedenti alla sicurezza globale. L’Italia e Roma, come culla della cristianità, sono un obiettivo “non secondario” dell’Isis anche se…

Blog
0

RIECCO LA NATO

La Nato rimette in chiaro l’obiettivo per cui era nata nel lontano 1949, contrastare l’espansionismo russo e proteggere i suoi stati membri europei. Il nuovo piano approvato dalla Nato in queste ore a Newport, nel Galles, “manda un chiaro messaggio: la Nato protegge tutti gli alleati, in ogni momento”. Lo dice il segretario generale, Anders Fogh Rasmussen, secondo cui la decisione “manda anche un messaggio ai potenziali aggressori: se anche dovessero solo pensare di attaccare un alleato…

In evidenza
0

Il califfato. Le conseguenze dell’Ardore occidentale

Dopo mesi di comunicati e di moniti, seguiti da un’offensiva stupefacente, i qaedisti dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isis) hanno oggi rotto gli indugi e in un audio messaggio hanno annunciato la nascita del califfato nell’area da loro controllata: a nord, da Mosul (Iraq) ai sobborghi di Aleppo (Siria) e, a sud, da Rutba (Iraq) alla periferia di Dayr az Zor (Siria). Gli jihadisti, nati dalle ceneri di al-Qaida, hanno anche designato loro capo Abu Bakr al-Baghdadi «califfo» …

In evidenza
0

Iraq, ecco la mappa dei finanziatori dei jihadisti

La situazione in Iraq sta seriamente precipitando se oggi a Bagad è giunto persino il segretario di Stato americano, John Kerry, per incontrare il premier sciita Nuri al Maliki. I jihadisti dello ‘Stato islamico dell’Iraq e del Levante’ (Isis), infatti hanno consolidato il controllo di ampie zone nel nord e nell’ovest dell’Iraq e hanno conquistato l’aeroporto di Tal Afar, dopo aver preso le città di Rawa e Ana, tanto che il Kuwait ha richiamato l’ambasciatore per motivi di sicurezza mentre …

In primo piano
0

FUGA DALL’IRAQ

Iraq. Jihadisti avanzano, Exxon e BP fuggono
Proviamo a dare una risposta ai quesiti posti online sull’Avanti! da Mauro Del Bue: cosa succede in Iraq? Domanda angosciante perché in Iraq è in gravissimo pericolo un esperimento importante di ricostruzione democratica, con ricadute globali, e specialmente sull’area mediorientale e mediterranea, che ci riguarda direttamente.

Definiamo prima, in estrema sintesi, quello che sta accadendo: una formazione islamista, l’Isil, che ha una sua propria, ined

In evidenza
0

La piaga irachena. I jihadisti avanzano su Bagdad

Sono arrivati alle porte di Baquba, capitale della provincia di Diyala. Solo 60 chilometri da Baghdad. Fanno paura i ribelli dell’ISIS, lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante; tanto che USA e Iran hanno deciso di discutere a quattr’occhi della crisi che preoccupa tanto Washington che Teheran. Nonostante la possibile collaborazione militare tra i due storici nemici sia stata smentita, è verosimile che le rispettive diplomazie stiano scambiando informazioni utili ad arrestare …

1 14 15 16