jihadisti

In evidenza
0

Yemen. L’Isis rivendica la carneficina di sciiti

Un venerdì di sangue in Yemen, da tempo dilaniato da guerriglie civili e attacchi terroristici: dopo le centinaia di morti e feriti nelle moschee della capitale Sanaa, nel mirino dei terroristi sono finiti anche una moschea e un edificio governativo a Saada, una delle roccaforti dei ribelli houthi (sciiti) nel nord del Paese. Gli attentati sono stati ufficialmente rivendicati dall’Isis che ha lanciato un altro anatema: “Non avremo pace finché gli houthi non saranno cacciati dal Paese”………..

In evidenza
0

Allarme terrorismo per le redazioni

L’allarme c’è. Rischi specifici però no, fatto sta che da qualche giorno servizi di sicurezza e forze dell’ordine hanno potenziato l’apparato antiterrorismo a cominciare dal Vaticano, ma anche ‘consigliato’ nuove misure di sicurezza per le redazioni giornalistiche. Oggi Nasr al-Ansi, il capo di al-Qaida nello Yemen ha rivendicato, in un video, l’attacco a Charlie Hebdo, sferrato su “ordine” del leader Ayman Zawahri. Nella rivendicazione si minacciano nuove “tragedie e terrore” …

In primo piano
0

FUGA DALL’IRAQ

Iraq. Jihadisti avanzano, Exxon e BP fuggono
Proviamo a dare una risposta ai quesiti posti online sull’Avanti! da Mauro Del Bue: cosa succede in Iraq? Domanda angosciante perché in Iraq è in gravissimo pericolo un esperimento importante di ricostruzione democratica, con ricadute globali, e specialmente sull’area mediorientale e mediterranea, che ci riguarda direttamente.

Definiamo prima, in estrema sintesi, quello che sta accadendo: una formazione islamista, l’Isil, che ha una sua propria, ined