jihadisti

In evidenza
Di

Yemen. L’Isis rivendica la carneficina di sciiti

Un venerdì di sangue in Yemen, da tempo dilaniato da guerriglie civili e attacchi terroristici: dopo le centinaia di morti e feriti nelle moschee della capitale Sanaa, nel mirino dei terroristi sono finiti anche una moschea e un edificio governativo a Saada, una delle roccaforti dei ribelli houthi (sciiti) nel nord del Paese. Gli attentati sono stati ufficialmente rivendicati dall’Isis che ha lanciato un altro anatema: “Non avremo pace finché gli houthi non saranno cacciati dal Paese”………..

In evidenza
Di

Allarme terrorismo per le redazioni

L’allarme c’è. Rischi specifici però no, fatto sta che da qualche giorno servizi di sicurezza e forze dell’ordine hanno potenziato l’apparato antiterrorismo a cominciare dal Vaticano, ma anche ‘consigliato’ nuove misure di sicurezza per le redazioni giornalistiche. Oggi Nasr al-Ansi, il capo di al-Qaida nello Yemen ha rivendicato, in un video, l’attacco a Charlie Hebdo, sferrato su “ordine” del leader Ayman Zawahri. Nella rivendicazione si minacciano nuove “tragedie e terrore” …

In primo piano
Di

FUGA DALL’IRAQ

Iraq. Jihadisti avanzano, Exxon e BP fuggono
Proviamo a dare una risposta ai quesiti posti online sull’Avanti! da Mauro Del Bue: cosa succede in Iraq? Domanda angosciante perché in Iraq è in gravissimo pericolo un esperimento importante di ricostruzione democratica, con ricadute globali, e specialmente sull’area mediorientale e mediterranea, che ci riguarda direttamente.

Definiamo prima, in estrema sintesi, quello che sta accadendo: una formazione islamista, l’Isil, che ha una sua propria, ined