jobs act

Blog

L’articolo 18 divide il Pd

E’ ancora alta tensione nel Pd sulla riforma del lavoro. Alla vigilia dell’approdo in aula al Senato prosegue il dibattito sull’articolo 18 e domani mattina a palazzo Madama si terrà una riunione dei gruppi del Partito democratico: un’assemblea alla quale parteciperanno il ministro Giuliano Poletti e il responsabile Economia e Lavoro della segreteria dei Democratici, Filippo Taddei. Che oggi definisce “avvilente” il fatto che si voglia “ridurre tutto a un derby sull’articolo 18”. E …

In evidenza

Job act. Di Lello: sì, ma non per scardinare l’articolo 18

Il Job act di Matteo Renzi va avanti. La Commissione Lavoro del Senato ha approvato la delega lavoro e il Job act approderà martedì in aula. Il voto favorevole arriva all’indomani della presentazione dell’emendamento che introduce il contratto unico di lavoro a tutele crescenti. L’obiettivo del governo è arrivare a un’approvazione delle legge delega da parte del Parlamento entro la fine di ottobre per poi poter iniziare a scrivere i decreti delegati che dovrebbero completare la riforma…

In evidenza

La precarizzazione non risparmia neanche l’ISTAT

Mercoledì 16 aprile, alla presenza del ministro del Lavoro Giuliano Poletti e del presidente dell’ISTAT Antonio Golini, 400 precari attualmente impiegati in ISTAT hanno interrotto i lavori del Convegno “il non profit in Italia. Quali sfide e quali opportunità per il Paese”. In questa sede sono stati presentati i dati del “Censimento Industria e Servizi-Rilevazione sulle Istituzioni Non-profit” grazie al contributo dei lavoratori precari. I quattrocento lavoratori precari hanno contribuito …

In evidenza

Un DEF sul filo del rasoio tra debito, tasse e spese

State sereni, gli 80 euro arriveranno come promesso. Non saranno 80 per tutti, ma rappresenteranno il massimo dello sforzo che il governo fa per sostenere i redditi più bassi. Una cifra che si assottiglia a mano a mano che ci si avvicina alla busta paga da 1500 euro. Il DEF (Documento Economico Finanziario), la vecchia legge ‘finanziaria’ che il governo spedisce al Senato a partire da giovedì 17 e che dovrà passare anche l’esame, ben più severo, degli organi di controllo comunitari a …

In evidenza

Job Act e tagli: la proprietà privata è da ripensare?

Finalmente “fumata nera” sul piano delle intenzioni del governo per rilanciare l’occupazione e la crescita del Paese; strani annunci, però, in quanto hanno solo il significato simbolico (si spera di essere smentiti) del “contratto cogli italiani” di berlusconiana memoria. I cambiamenti annunciati dal governo in fatto di riforma del mercato del lavoro per il rilancio dell’occupazione appaiono al momento solo il “rimasticamento” di misure messe a punto dal governo-Monti e, come quelle …

Economia

Jobs Act: bastano incentivi
o occorre creare domanda?

Gli indirizzi del governo Renzi sulla questione lavoro, riassunti nella cartella “Jobs Act”, non differiscono sostanzialmente, nella qualità e nella logica, da quelli dei precedenti governi. Se mai, c’è da osservare una maggior determinazione, dovuta anche alla consapevolezza dell’aggravarsi della situazione occupazionale. C’è anche da temere che, pur in presenza di un andamento positivo delle esportazioni, e pur essendo probabilmente arrivati al fondo del ramo discendente della curva …

Approfondimento

È quasi tregua tra Letta e Alfano?

Letta e Renzi si sono incontrati stamattina a Palazzo Chigi e dopo un’ora e mezza di colloquio a quattr’occhi, sono usciti per dire che l’incontro era stato “molto utile e positivo”, che si era parlato di tutto e in modo particolare del jobs act, il piano del lavoro lanciato ieri dal segretario del PD. A parte quanto si desume dalle versioni ufficiali, è evidente che è stata concordata una tregua, o almeno una quasi-tregua, anche perché la tensione aveva raggiunto il livello di guardia e…

1 15 16 17