Mali

In evidenza
0

Immigrati, ‘sanatoria’ di Obama. Meeting a Catania

A Catania, organizzata dal PSI con l’Internazionale socialista una due giorni dedicata all’immigrazione. Laura Boldrini: auspico che tutti i Paesi della UE possano convincersi che Lampedusa e il Mediterraneo sono frontiere europee e non solo italiane. Oggi i delegati hanno visitato il Centro assistenza richiedenti asilo di Mineo. Il fenomeno è globale e negli Usa Obama ha varato un decreto che di fatto regolarizza 5 milioni di immigrati illegali: siamo e saremo sempre un Paese di immigrati” ..

Blog
0

L’immigrazione è globale. L’IS ne parla a Catania

L’internazionale Socialista si riunisce a Catania, venerdì 21 e sabato 22 novembre . Al centro dei lavori la riunione del comitato per le Migrazioni. Presieduto dal socialista marocchino Habib El Malki. Di Lello: “È un appuntamento molto importante. Governo ed esponenti politici si siederanno attorno a un tavolo per condividere e parlare del grande tema dell’immigrazione, una questione che riguarda tutti e non solo l’Italia. Noi porta d’ingresso per l’Europa ma il fenomeno è globale”.

In evidenza
0

Immigrazione, una strage senza fine

Solo quest’anno oltre 800 persone sono morte nel Mediterraneo. Molti di loro erano alla ricerca di sicurezza dai conflitti e dalla guerra civile. Negli ultimi dieci giorni più di 260 persone sono morte o tuttora disperse mentre tentavano di attraversareil Mediterraneo alla volta dell’Europa. E’ quanto scrive in una nota l’Unhcr, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Nel primo semestre del 2014 più di 75.000 rifugiati e migranti sono arrivati via mare in Italia, Grecia…

Esteri
1

Mali, Bobo Craxi (Psi): «L’instabilità regionale potrebbe raggiungere i confini dell’Europa»

Sembra delinearsi un epilogo tragico per la sorte dei circa quaranta ostaggi stranieri finiti nelle mani di un commando jihadista nel Sahara algerino. Un episodio che ricorda come la crisi del Mali possa rapidamente allargarsi, arrivando a coinvolgere aree che «rappresentano l’ultimo baluardo prima di raggiungere le coste del Mediterraneo e, quindi, l’Europa», come sottolinea all’Avanti! Bobo Craxi, responsabile esteri del Psi. Le notizie che emergono sono ancora molto confuse, ma si è …

Esteri
1

Mali, truppe francesi contro i ribelli: è iniziata la battaglia di terra. L’Italia darà supporto logistico

È iniziata la battaglia di terra. Dopo i raid aerei dei giorni scorsi, sono iniziati i combattimenti tra le truppe francesi e i ribelli islamici di Ansar al Din, il gruppo legato ad Al Qaeda nel Magherb Islamico che minaccia di rovesciare il governo del Mali. Lo scontro sarebbe avvenuto a circa «2 km dal centro della cittadina di Diabaly, senza coinvolgere i civili», secondo quanto ha riferito Ould Boumana, portavoce degli insorti. Le truppe francesi hanno bombardato le posizioni dei ribelli…

Economia
2

Mediterraneo: non trascuriamolo troppo!

In queste settimane siamo distratti dalle vicende di casa nostra, dalle imminenti elezioni politiche, ma intanto il mondo va avanti. Di fatto vi sono alcune vicende estere, soprattutto quelle che riguardano i Paesi della sponda sud del bacino del Mediterraneo o i loro confinanti, che non possiamo permetterci di ignorare, poiché esse hanno inevitabilmente effetti e ripercussioni anche sul nostro Paese, ad esempio in termini di commercio internazionale, di fenomeni migratori, di posizionamento…

In evidenza
0

Mali: la Francia promette più truppe, ma i bombardamenti non fermano l’avanzata dei ribelli

La Francia non permetterà che Bamako cada nelle mani dei jihadisti. Per questo la reazione delle truppe di Parigi dovrà essere rapida e diretta ad impedire l’avanzata delle truppe ribelli islamiche di Ansar al Din. In quest’ottica il presidente Francoise Hollande ha annunciato il dispiego di ulteriori unità che affiancheranno i 750 uomini delle truppe francesi già presenti sul territorio maliano portando il contingente a 2500. Ieri una colonna di miliziani integralisti ha sfidato i raid aerei…