maternità

In evidenza

Video – Il Psi contro il precariato: proposta di legge socialista per affermare i diritti dei lavoratori “atipici”

Lavoro e diritti. Due parole spesso dimenticate che i socialisti riaffermano con forza attraverso una proposta di legge che mira a tutelare i lavoratori precari, atipici e parasubordinati, ovvero le categorie che pagano a più caro prezzo la crisi. Cinque articoli per una battaglia di civiltà: diritto alla maternità, alla malattia, all’assegno familiare e ad un’indennità di disoccupazione. Una battaglia socialista per restituire, come ricorda il segretario del Psi, Riccardo Nencini, una …

In evidenza

M5S, i grillini revocano le deleghe all’assessore perché incinta

Deleghe revocate perché incinta. Sarebbe questa la motivazione con la quale la giunta grillina del Comune veneto di Mira ha deciso di togliere – a partire dalla fine di marzo 2013 – le deleghe all’assessore Roberta Agnoletto. Lei, amareggiata ne dà notizia via mail e si trincera poi dietro un secco no comment. Il Comune di Mira smentisce che sia questa la reale causa della scelta adottata. Nessuna discriminazione, insomma, quanto piuttosto «la motivazione è che è necessario rivedere…

Politica

Regionali Lazio, la candidata del Psi Cristina Capraro: «Rilanciamo l’apprendistato e lavoriamo per la parità di genere»

Tra i candidati alle regionali del Psi nel Lazio c’è anche Cristina Capraro, consigliera comunale di Ardea. E’ la più giovane, 30 anni appena compiuti, è donna e mamma. Tre categorie sociali in fascia debole per le quali la Capraro intende battersi con estrema determinazione. Molto esperta delle dinamiche regionali (ha affiancato per tre legislature il consigliere Claudio Bucci, oggi candidato al senato nel Lazio per il Psi) non ha dubbi sul fatto che per i giovani, per il loro inserimento…

Società

Crisi: 3 donne su 10 lasciano il lavoro dopo un bebé

Anche nell’Emilia culla dei servizi per l’infanzia e dell’occupazione femminile, la crisi colpisce il lavoro delle mamme. Uno studio voluto dalla provincia di Reggio Emilia mette un dato sulla carta: la maternita’ e’ il primo motivo di abbandono del lavoro da parte delle donne: tre reggiane su 10 si dimettono per occuparsi della famiglia. Sono generalmente abbandoni definitivi, specie per le precarie per le quali un rinnovo del contratto dopo il bebe’ e’ decisamente difficile. Poi, a conti…