Mussolini

Storie tese

29-30 settembre 1938: la Conferenza di Monaco

Il 29 e 30 settembre del 1938 furono i giorni della conferenza di Monaco. L’accordo stipulato al termine dei lavori fu una disonorevole Canossa nella quale Gran Bretagna e Francia, nell’illusione di potere scongiurare la guerra, sacrificarono la Cecoslovacchia alla Germania. Ancora una volta Adolf Hitler potè realizzare un suo antico progetto di annessione: inglobare i territori Sudeti. Già nel marzo del 1938 il Fuhrer aveva disteso la lunga mano del nazismo sull’Austria. Con l’ingresso a ……

Approfondimento

I grillini del web provano a diffamare il Psi senza riuscirci, perché sono “ignoranti”

Chi diceva che i grillini in parlamento non avrebbero fatto bene perché “ignoranti”, nel senso che ignoravano teoria e tecniche della politica, consuetudini e capacità di dialogo anche con l’avversario per il bene del Paese, aveva ragione da vendere. Ma non aveva ancora fatto i conti con i trolls smanettoni di Grillo, i suoi seguaci orfani di un leader carismatico con gli attributi. “Ignorante” Grillo, “ignoranti” i suoi sostenitori sul web. L’ultima e forse più emblematica dimostrazione…

Economia

Shoah, Pacifici: «La comunità ebraica romana commossa dalle parole di Napolitano»

Alla presenza del Capo dello Stato, nella mattinata di ieri, la Comunità ebraica romana è salita al Colle per partecipare alla cerimonia di celebrazione del “Giorno della Memoria”. A rappresentare Roma ebraica c’era il presidente della Comunità Riccardo Pacifici. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha espresso parole di dura condanna, rispondendo indirettamente alle recenti affermazioni di Silvio Berlusconi, che aveva parlato del Ventennio in termini giustificatori, affermando…

Approfondimento

Berlusconi rivisita la storia del fascismo nel giorno della memoria. Poi corregge il tiro

Guai a derubricarla come l’ennesima gaffe del Cavaliere. Le parole “bonarie” di Berlusconi su Mussolini che non era come Hitler e sulle cose buone fatte dal fascismo spazzano via la sacralità di una giornata simbolo, quella di ieri, in una occasione altrettanto simbolica: il giorno della memoria e l’inaugurazione a Milano del Museo della Shoah. Berlusconi parla bene di Benito Mussolini (tranne le indifendibili leggi razziali) e, immediata, si scatena la tempesta politica attraverso una…

Esteri

Berlusconi e la sua boutade su Mussolini preoccupano l’Ue. Sembra che il Ppe voglia cacciarlo

Ai due fattori precedenti, quello dell’alleanza con la Lega Nord e dei sentimenti antieuropei, si aggiunge la boutade di Berlusconi su Mussolini, durante la giornata della Memoria, domenica scorsa. Ed ecco che gli esponenti contrariati alla presenza di Berlusconi nel Partito popolare europeo potrebbero aumentare, fino a diventare una maggioranza tale da decidere l’espulsione del Cavaliere dal partito. Ma solo dopo la tornata elettorale e solo se il leader del Pdl non entrerà nel prossimo…

Esteri

Grillo, i militanti lo accusano: parla come Mussolini. Lui con un tweet caccia Salsi e Favia

Dalle parole poco rispettose ai fatti, ancora meno garbati per forma e contenuto. Con un tweet sul suo blog, Grillo dà il ben servito a Federica Salsi e Giovanni Favia. Per la serie chi dissente dal leader maximo è fuori dal Movimento 5 Stelle, alla faccia della democrazia dal basso tanto millantata. “A Federica Salsi e Giovanni Favia – si legge sul blog di Grillo – è ritirato l’utilizzo del logo del MoVimento 5 Stelle. Li prego di…

Esteri

Primarie Pdl, prevale la linea di Alfano. Si vota il 16 dicembre

Ventitré. Questi i giorni, a partire da oggi, per organizzare le tanto discusse primarie del centrodestra. E portare ai gazebo un milione di persone. Alla fine la linea di Alfano – convinto sostenitore delle consultazioni – ha prevalso su quella scettica del grande capo Berlusconi. La consultazione per scegliere il candidato premier alle elezioni politiche del 2013 si terrà in data unica, domenica 16 dicembre. Questo è quanto emerso dal vertice Pdl di ieri, presso la sede del partito di via…

Cronaca

Per il 25 tutti in strada, ma la destra dà forfait

Migliaia di manifestanti, una siepe infinita di bandiere tricolore e arcobaleni, simbolo della pace, sventolati a grappoli: prende così il via a Roma il corteo organizzato dall’Associazione nazionale partigiani italiani (Anpi) per celebrare l’anniversario della Liberazione. La manifestazione è partita alle 10 di questa mattina dall’Arco di Travertino, vicino al Colosseo e arriverà, dopo aver percorso viale Aventino, a Porta San Paolo, luogo-simbolo della Resistenza romana. Il serpentone…

1 6 7 8