“Nessuno tocchi Caino”

In evidenza
Di

Cella di alta sicurezza per il presunto terrorista

“Sono innocente, non c’entro nulla”. Queste le parole del marocchino 22enne, Abdel Majid Touil, al termine della prima udienza di estradizione a San Vittore – prima di essere trasferito a Opera in una cella di alta sicurezza. Oltre ad amici, alunni e parenti, anche la sua insegnante di italiano di un istituto milanese ha confermato che il ragazzo “il 16 e il 19 marzo era in classe”. Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia: “Affrettata presunzione di colpevolezza”