“Nessuno tocchi Caino”

In evidenza
0

Cella di alta sicurezza per il presunto terrorista

“Sono innocente, non c’entro nulla”. Queste le parole del marocchino 22enne, Abdel Majid Touil, al termine della prima udienza di estradizione a San Vittore – prima di essere trasferito a Opera in una cella di alta sicurezza. Oltre ad amici, alunni e parenti, anche la sua insegnante di italiano di un istituto milanese ha confermato che il ragazzo “il 16 e il 19 marzo era in classe”. Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia: “Affrettata presunzione di colpevolezza”