OPEC

In evidenza
Di

Libia. Isis avanza, chiusi i pozzi petroliferi

La situazione s’infiamma in Libia, tanto che dopo gli attacchi delle milizie dello Stato Islamico la National Oil Corporation (NOC) la compagnia petrolifera nazionale della Libia, ha annunciato la chiusura di undici giacimenti di petrolio.
La decisione è stata presa in seguito all’assalto delle forze islamiste dell’inizio di questa settimana ai campi petroliferi di Al Bahi e Al Mabrouk, provocando seri danni. Ieri poi l’Isis ha preso il controllo di un altro campo petrolifero libico, quello ….

In evidenza
Di

Bankitalia e Confindustria: le previsioni volgono al bello

Ci siamo, questa volta le previsioni sono rosee e attendibili: la recessione sta finendo. Il PIL dovrebbe crescere del 2,1% quest’anno e del 2,5% l’anno prossimo. L’inversione di tendenza netta capovolge le previsioni pesanti che appena due settimane fa uscivano dai centri studi delle maggiori istituzioni economiche e finanziarie del Paese a cominciare da Bankitalia. Le stime di via Nazionale erano davvero striminzite con un +0,4% nel 2015 e +1,2% nel 2016. Questo stesso giornale aveva …

In evidenza
Di

Energia e Rublo. L’economia russa tentenna

L'”olio nero” scotta e a bruciarsi è la Russia. La decisione dell’Opec, il cartello dei Paesi esportatori, di lasciare invariata la produzione del petrolio e la conseguente caduta dei prezzi mette in crisi l’economia russa, già colpita dalle sanzioni economiche a seguito della guerra in Ucraina: un esempio su tutti è che da gennaio a fine novembre la capitalizzazione di borsa della principale società energetica russa, Rosnesft, è calata del 38%. Ma ogni disgrazia ne tira a sé un’altra, in …

In evidenza
Di

Petrolio, il prezzo crolla. Putin ha paura

Settimana di forte ribasso per il petrolio in tutti i mercati mondiali. Il prezzo dei principali marchi, Brent e WTI (West Texas Intermediate, ndr) è al livello più basso dal settembre 2010 con un chiusura a 74 dollari e 21 centesimi. Alla vigilia del G20, la Rosneft chiede un aiuto da 45 miliardi a Putin che si dice pronto a fronteggiare un calo ‘catastrofico’ del prezzo del greggio, pilastro dell’export russo (assieme al gas). Ma senza quei dollari Putin è una tigre di cartone …

In evidenza
Di

L’Italia torna a interessarsi della Libia

La questione libica viene rimessa la centro della discussione internazionale, dopo essere stata ignorata per mesi. I libici stanno combattendo una guerra civile da luglio dopo che sono emersi i problemi irrisolti a seguito della cacciata di Ghedaffi del 2011. Non c’è stato nessun intervento di rilievo da allora da parte dell’Occidente, a parte le chiusure delle ambasciate occidentali (eccetto l’Italia) e proprio l’Italia sta rimettendo in primo piano il suo ruolo di “storico alleato” …