orango

In evidenza

Kyenge, nessuno tocchi Napolitano. Salvini razzista? No, un segretario leghista doc

Nessuno tocchi Napolitano. Dopo la battuta razzista del vice presidente del Senato Calderoli e la levata di scudi del premier Letta e del presidente della Repubblica in difesa del ministro per l’Integrazione di origini congolesi Kyenge, associata ad un “orango”, da via Bellerio arriva l’ennesima bordata. Questa volta ad alzare i toni ci ha pensato direttamente il segretario della Lega Matteo Salvini: «Napolitano si indigna per una battuta di Calderoli. Ma Napolitano si indignò quando la…

Approfondimento

Dal “Porcellum” all'”orango”: se questo è un vice presidente del Senato

Che non si riferisse alla Repubblica delle banane (del Cavaliere) questo è certo. Il vicepresidente del Senato Calderoli ha parlato proprio del Congo. E’ da lì che Cécile Kyenge è venuta, dalla città di Kambove, nella provincia del Katanga, nell’estremo sud del Paese, non lontano dal confine con lo Zambia. E’ arrivata da questo spicchio d’Africa bagnato dall’Atlantico ed è lì che dovrebbe tornare, a sentire le urla sgraziate e razziste del leghista bergamasco dal palco della festa del partito…